www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       
 

La spedizione in Persia di Alessandro Magno

 La conquista della Persia da parte di Alessandro Magno

 

 
Quale fu il primo scontro tra Alessandro Magno e i Persiani? Il primo scontro tra Alessandro Magno e i Persiani si ebbe nel 334 a.C. nei pressi del fiume Granico, in Turchia.

La battaglia fu vinta dai Macedoni.

La spedizione di Alessandro Magno

 

Quali furono le conseguenze della vittoria dei Macedoni? In seguito alla loro vittoria i Macedoni poterono controllare la fascia costiera dell'Asia Minore ed ostacolare gli sbarchi della flotta persiana che qui aveva le sue basi di appoggio e di rifornimento e che era ben più potente di quella greco-macedone.

Inoltre la vittoria aprì, ad Alessandro Magno, la strada per la Siria.

 

Dove avvenne lo scontro decisivo tra Alessandro e Dario III, re dei Persiani? Lo scontro decisivo tra Alessandro Magno e Dario III, re dei Persiani, avvenne nella piana di Isso, in Siria, nel 333 a.C.

Qui, Dario III attese Alessandro con il suo numerosissimo esercito, ma venne sconfitto e fuggì verso l'interno del suo impero, lasciando nelle mani dei Macedoni la madre, la moglie e i figli che, seppure catturati, vennero trattati con grande nobiltà d'animo.

Alessandro conquistò un enorme bottino e fece un gran numero di prigionieri.

 

Quali azioni intraprese Alessandro dopo la vittoria di Isso? Dopo la vittoria di Isso, Alessandro si diresse verso Sud, dove conquistò la Siria, la Palestina e l'Egitto.

In Palestina i Macedoni conquistarono, nel 332 a.C., la città di Tiro, che era il più grande arsenale marittimo dell'Impero Persiano.

In Egitto Alessandro venne accolto con grande entusiasmo come il liberatore dalla sottomissione ai Persiani, che durava da quasi due secoli. Gli Egiziani si assoggettarono volontariamente al vincitore.

Alessandro ebbe un grande rispetto per gli usi e la religione di questo popolo dal quale si fece proclamare, nell'Oasi di Siwah, figlio del dio Ammone e successore dei faraoni

Sul delta del fiume Nilo, Alessandro fondò una nuova città, che adornò di stupendi edifici, e alla quale diede il nome di Alessandria: fu la prima tra tante città che egli fondò e alle quali diede il suo nome. Alessandria d'Egitto rimase però sempre unica poiché divenne il più grande centro culturale del Mediterraneo e fulcro della cultura greca.

 

Quale battaglia segnò la fine definitiva dell'impero persiano? La fine definitiva dell'Impero Persiano fu segnata dalla battaglia di Guagàmela, vicino al fiume Tigri, nel 331 a.C. 

Qui Dario III aveva raccolto un altro enorme esercito, ma anche in questo caso la vittoria fu dei Macedoni. Dario III fuggì ancora una volta, ma venne ucciso poco tempo dopo.

Le principali città persiane, come Babilonia, Susa, Persepoli, Ecbatana, si sottomisero al vincitore.

 

Quale politica adottò Alessandro nei paesi conquistati? Alessandro adottò, nei paesi conquistati, un forte accentramento amministrativo.

Costruì molte strade militari e fondò innumerevoli città.

Non volle mai umiliare i Persiani e ne favorì sempre la fusione con i Macedoni: erano consentiti i matrimoni tra i soldati macedoni e le donne persine. Anche Alessandro prese in moglie la figlia di un principe persiano. Inoltre affidò cariche importanti tanto ai Macedoni che ai Persiani.

Infine fece propri lo sfarzo e gli usi dei persiani.

 

 

 Indice argomenti su Egemonia macedone

 
 
 
 

 

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681