L'ELLENISMO

LA CULTURA ELLENISTICA

Che cos'è l'ellenismo?

Con termine di ellenismo si intende un periodo storico caratterizzato dalla diffusione della cultura greca in tutto il Mediterraneo e nei territori conquistati da Alessandro Magno.

Quando iniziò e quando cessò tale periodo storico?

Questo periodo storico si fa generalmente coincidere col periodo che va dalla morte di Alessandro magno, nel 323 a.C., fino alla conquista da parte dei Romani dell'Egitto avvenuta con la battaglia di Azio, nel 31 a.C.

Che differenza esiste tra la cultura ellenica e la cultura ellenistica?

Mentre la cultura ellenica era una cultura esclusivamente greca, quella ellenistica era la cultura propria di tutto l'impero conquistato da Alessandro Magno.

Quale fu il centro più importante di tale cultura?

Il centro più importante di tutta la cultura ellenistica fu Alessandria d'Egitto.

Proprio per questa ragione l'ellenismo è detto anche cultura alessandrina.

Quali caratteristiche presentava l'ellenismo?

L'ellenismo nacque dalla fusione della civiltà greca con le civiltà orientali.

Mentre in passato vi era sempre stata una netta differenza tra la cultura dell'occidente e quella dell'oriente, con l'età ellenistica, per la prima volta, questa barriera viene eliminata.

L'ellenismo preparò il terreno per la successiva diffusione della civiltà romana. Esso non influenzò solo la vita culturale, ma anche quella politica, religiosa ed economica.

Qual era la lingua sulla quale di basava la cultura ellenistica?

La cultura ellenistica si basava sulla lingua greca che divenne mezzo di diffusione della nuova cultura e permise lo scambio di idee e conoscenze tra le diverse popolazioni.

La lingua greca, però, subì una semplificazione rispetto a quella originaria: la nuova lingua fu detta koiné diàlektos, ovvero lingua comune.

Molte opere vennero tradotte nella nuova lingua diffondendone così la conoscenza.

Cosa si intende per cosmopolitismo?

Il termine cosmopolitismo deriva dalla fusione di due termini greci:

  • cosmos, che significa mondo;
  • polis, che significa città.

Il termine viene usato per intendere che il mondo viene visto come un'unica grande patria.

Dopo aver perso la propria libertà politica i Greci allentarono il loro attaccamento alla patria per iniziare a sentirsi, cittadini di tutto il mondo, cioè cittadini delle terre del Mediterraneo e dell'Oriente che erano unite dalla medesima cultura.

Qual fu il ruolo di Atene nell'età ellenistica?

Il ruolo di Atene nell'età ellenistica fu del tutto marginale.

Alessandria, Antiochia, Pergamo, Rodi, diventano i principali centri della nuova cultura.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net