TEODORICO E IL REGNO DEGLI OSTROGOTI

IL GOVERNO DI TEODORICO

Che tipo di educazione aveva ricevuto Teodorico?

Teodorico era vissuto in gioventù alla corte di Costantinopoli dove aveva ricevuto una buona educazione imparando ad apprezzare la civiltà romana.

Come furono i rapporti, in Italia, tra gli Ostrogoti e i Romani?

Teodorico, cercò di mantenere dei buoni rapporti tra gli Ostrogoti e i Romani.

Questo compito, però, non fu sempre facile dato che tra i due popoli vi erano notevoli differenze di costumi, di eduzione e di religione.

Ostrogoti e Romani erano due comunità separate: ognuna aveva le proprie leggi, i propri tribunali, la propria lingua e i propri costumi. Rimase anche in vigore una legge romana che impediva il matrimonio tra Romani e barbari.

Cosa caratterizzò il governo di Teodorico?

Teodorico riservò agli Ostrogoti compiti militari, tanto che l'esercito divenne esclusviamente germanico, mentre ai Romani furono lasciate le attività economiche ed amministrative.

Teodorico voleva restaurare lo spendore della civiltà romana. Egli proseguì le grandi opere intraprese dai Romani: costruì nella capitale, Ravenna, il palazzo reale, la Chiesa di Sant'Apollinare Nuovo, una sontuosa tomba per la sepoltura del sovrano.

Il sovrano aveva come consiglieri tre uomini provenienti dalla nobiltà romana:

  • lo storico e politico Cassiodoro;
  • il filosofo e senatore Boezio;
  • l'oratore e presidente del Senato Simmaco.

Sotto il suo governo vi fu una ripresa economica: l'agricoltura ebbe nuovo vigore, i prezzi calarono. E ciò portò anche ad una certa ripresa demografica.

Pur essendo Teodirico un seguace dell'arianesimo fu tollerante nei confronti dei cattolici.

Cosa cambiò negli ultimi anni del regno di Teodorico?

Negli ultimi anni del suo regno, intorno al 520, Teodorico cambiò attegiamento: ciò fu dovuto soprattutto a tensioni di natura religiosa sorte con l'impero romano d'Oriente.

In Oriente si erano diffuse varie eresie, tra le quali quella del monofisismo, secondo la quale in Cristo vi era la sola natura divina, e non anche quella umana.

Nel concilio di Calcedonia del 451 tale dottrina fu condannata dalla Chiesa e fu riaffermata la duplice natura di Cristo, sia divina che umana, ma i monofisiti non rinunciariono alle loro convinzioni.

Quando nel 518 divenne imperatore dell'impero romano d'Oriente il cattolico Giustino I, egli ricompose la frattura sorta con la Chiesa riportando l'Oriente all'ortodossia, cioè all'accettazione dei principi della fede stabiliti nei concili.

Gli Ostrogoti si vennero a trovare isolati rispetto al mondo cattolico italiano e dell'Impero d'Oriente.

Quale fu l'evento che fece cambiare radicalmente il comportamento di Teodorico?

Il comportamento di Teodorico cambiò radicalmente quando, nel 523, Giustino I ordinò agli ariani di cedere le loro chiese ai cattolici.

Temendo un'alleanza a sua discapito, tra i Romani, l'impero romano d'Oriente e la Chiesa cattolica, Teodirico:

  • fece imprigionare papa Giovanni I;
  • condannò a morte, Boezio e Simmaco accusati di tradimento.

Quando si concluse il regno di Teodorico?

Il regno di Teodorico si concluse nel 526 con la sua morte.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter