I REGNI ROMANO-BARBARICI

LA FORMAZIONE DEI REGNI ROMANO-BARBARICI

Come appariva l'Europa, da un punto di vista politico, dopo la fine dell'Impero Romano d'Occidente?

Dopo la fine dell'impero romano d'Occidente l'Europa appariva estremamente frammentata.

Alla fine del V secolo, tutto quello che un tempo era stato l'Impero Romano d'Occidente era occupato dai barbari che avevano costituio dei loro regni.

Con quale nome sono chiamati questi regni e perché?

Questi regni sono chiamati regni romano-barbarici perché in essi ritroviamo, in parte, la cività romana che si fuse con quella delle popolazioni barbariche.

Quali regni romano-barbarici si formarono?

I regni romano-barbarici che si formarono furono:

  • il Regno dei Visigoti e il Regno degli Svevi in Spagna;
  • il Regno dei Burgundi nella Valle del Rodano;
  • il Regno dei Franchi nella Gallia centro-settentrinale;
  • il Regno degli Ostrogoti in Italia;
  • il Regno degli Alemanni in Gallia;
  • il Regno dei Vandali nell'Africa settentrionale, in Corsica e in Sardegna;
  • i Regni Anglosassoni in Inghilterra dove Angli, Juti e Sassoni spinsero gli antichi abitanti di questa terra, i Britanni, a spostarsi nella Gallia.


Regni romano-barbarici nel 530

Com'era formata la popolazione di questi regni?

Nella maggior parte dei casi la popolazione dei regni romano-barbarici era formata:

  • da una minoranza di barbari, che erano abili solamente nell'uso delle armi;
  • dalla popolazione prevalente che era quella romana, molto più abile dei barbari nell'agricoltura, nell'artigianato e nei commerci.

Come furono i rapporti tra i barbari e i vecchi abitanti dei regni romano-barbarici?

I rapporti tra i barbari e i vecchi abitanti dei regni romano-barbarici non furono facili e spesso sorsero dei contrasti che i primi sedavano mediante l'uso delle armi.

Come riuscivano a governare i re barbari?

I re barbari riuscivano a governare grazie all'appoggio della classe dirigente locale, usando quello che rimaneva della struttura amministrativa dell'impero romano.

La popolazione romana conservò l'amministrazione pubblica, mentre gli aristocratici barbari detenevano il potere militare.

In questo contesto la Chiesa ebbe un ruolo importante dato che rappresentò un elemento di continuità tra il vecchio e il nuovo e spesso si pose come mediatrice tra le due popolazioni.

Quale conseguenza ebbero i contrasti tra barbari e Romani?

I frequenti contrasti tra i barbari e i vecchi abitanti dei regni romano-barbarici, insieme ai continui movimenti delle tribù barbare che si spostavano verso l'occidente, portarono presto alla fine dei regni romano-barbarici, che ebbero una vita piuttosto breve.

Cosa ebbe inizio, in Europa, con i regni romano-barbarici?

Con i regni romano-barbarici in Europa ebbe inizio un periodo che, seppure molto tormentato, portò nell'arco di 10 secoli, alla formazione della civiltà europea.

Da cosa è nata la civiltà europea?

La civiltà europea è nata dalla fusione tra:

  • l'insegnamento dell'antica Roma che era alla base della creazione di uno stato unitario;
  • il cristianesimo portatore dei valori di uguaglianza, fratellanza e rispetto di ogni individuo;
  • il germanesimo che portò nuove idee ed energie intellettuali.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter