LE CONQUISTE DI ALESSANDRO MAGNO

LA SPEDIZIONE DI ALESSANDRO MAGNO

Cosa accadde dopo che Alessandro ebbe sedato la rivolta delle città greche?

Una volta che Alessandro ebbe sedato la rivolta delle città greche, riprese il disegno del padre Filippo II di conquistare la Persia.

Alessandro allestì un grande esercito?

Alessandro non allestì un grande esercito: esso era formato da 30.000 fanti e 5.000 cavalieri.

La spedizione non aveva neppure grosse risorse finanziarie di cui disporre. Alessandro, però, sperava nel bottino che avrebbe conquistato nelle città dell'impero persiano.

Oltre ai militari, però, Alessandro portò con sé anche dotti e artisti greci dato che voleva trasformare le regioni che avrebbe conquistato in un nuovo grande impero, centro di civiltà e di cultura.

In che modo la Lega di Corinto partecipò alla spedizione?

Alessandro convocò a Corinto l'assemblea generale degli stati ellenici rinnovando gli accordi che Filippo aveva siglato con le città greche e ricevendo il titolo di comandante supremo della spedizione.

Alessandro sperava che le città greche fossero molto motivate nella spedizione contro i Persiani dato che questa poteva essere, per loro, un'occasione di riscatto contro le invasioni di Dario e Serse.

L'apporto delle città greche alla spedizione fu, però, molto modesto tanto da far dubitare Alessandro della loro lealtà.

Quanto durò la spedizione di Alessandro?

La spedizione di Alessandro durò 10 anni: dal 334 a.C. al 324 a.C.

In quante fasi possiamo dividere la spedizione di Alessandro?

La spedizione di Alessandro può essere divisa in due fasi:

  • nella prima la spedizione di Alessandro fu diretta in Persia;
  • nella seconda la spedizione di Alessandro si dirette in India.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net