www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

L'imperatore Nerone

 Il successore di Claudio

 

 
Chi fu il successore di Claudio?

 

Il successore di Claudio fu Nerone.
A quale dinastia apparteneva Nerone?

 

Nerone fu l'ultimo imperatore appartenente alla dinastia Giulio Claudia.
Quanto durò l'impero di Nerone?

 

L'impero di Nerone durò dal 54 d.C., anno della morte di Claudio, al 68 d.C.
Chi era Nerone? Nerone era il figlio che Agrippina, moglie di Claudio, aveva avuto dal suo precedente matrimonio.

Egli fu adottato da Claudio che aveva già avuto dal suo precedente matrimonio con Messalina due figli: Ottavia e Britannico. A Claudio sarebbe dovuto succedere Britannico, ma Agrippina desiderava talmente che il figlio divenisse imperatore, al punto da avvelenare il marito e far nominare Nerone imperatore.

 

Quanti anni aveva Nerone quando divenne imperatore? 

 

Nerone divenne imperatore a soli 17 anni.
In quanti periodi possiamo dividere l'impero di Nerone? L'impero di Nerone può essere diviso in due periodi:
  • un primo periodo, compreso tra il 54 e il 58 d.C., durante il quale Nerone fu affiancato da saggi consiglieri, tra i quali il filosofo Seneca che era stato suo precettore. Durante questo periodo il governo di Nerone fu apprezzabile;
  • un secondo periodo nel quale l'imperatore volle liberarsi dei suoi collaboratori e assumere decisioni autonome. Questa seconda fase fu caratterizzata da una condotta deplorevole dell'imperatore che, preoccupato sempre di più di poter essere vittima di qualche complotto, fece uccidere tutti coloro di cui sospettava.

 

 

Cosa accadde esattamente quando Nerone volle liberarsi della tutela di Seneca? Quando Nerone si liberò della tutela di Seneca, desideroso di governare direttamente:
  • i suoi rapporti con il Senato peggiorarono sensibilmente;
  • la sua vita privata evidenziò sempre più un atteggiamento tirannico:

     

    • fece uccidere la madre Agrippina, con la quale aveva avuto molti screzi;

     

    • ripudiò la moglie Ottavia, figlia di Claudio;

     

    • si sposò in seguito con Poppea, una donna molto ambiziosa e dissoluta.

     

Nel complesso Nerone non si occupò molto dei problemi finanziari e militari dell'impero, trascorreva gran parte del suo tempo cimentandosi nella poesia, guidando il cocchio e suonando la cetra. Nel 60 d.C. fece istituire i giochi di Neronia imponendo ai senatori di parteciparvi.

 

Per quale episodio è ricordato soprattutto Nerone? Nerone è ricordato soprattutto per l'incendio di Roma.

Nel 64 d.C. un grandissimo incendio devastò la città, probabilmente in maniera del tutto accidentale dato che moltissime case erano di legno e che venivano usate lampade ad olio e bracieri per illuminare e riscaldarsi.

La colpa dell'incendio, fu però attribuita a Nerone che venne accusato di aver distrutto la città per poterla ricostruire secondo i suoi ambiziosi progetti. Egli, infatti, dopo la distruzione della città fece costruire un grande palazzo imperiale, detto domus aurea, cioè casa d'oro, espropriando circa 80 ettari di terreno.

L'imperatore, per liberarsi da questa accusa, incolpò la comunità cristiana e iniziò, così, la prima persecuzione contro i cristiani.

 

Quando e come avvenne la congiura contro Nerone? Nel 65 d.C., alcuni senatori e cavalieri d'accordo con la guardia pretoriana si accordarono per uccidere Nerone e assegnare la carica di imperatore a Gaio Calpurnio Pisone.

La congiura fu scoperta e molti dei suoi partecipanti furono uccisi, mentre altri vennero esiliati.

Tra i congiurati sembrava esservi anche Seneca al quale fu dato l'ordine di suicidarsi, cosa che egli fece avvelenandosi con la cicuta.

 

Come si concluse l'impero di Nerone?  Nerone, con il suo comportamento, si era fatto tantissimi nemici. L'ostilità nei suoi confronti si era ormai diffusa tra i nobili e nelle province sempre più tartassate dove si ebbero parecchie rivolte.

Nel 68 d.C. Nerone fu deposto dal Senato e dichiarato nemico della patria. Rifugiatosi in campagna, prima di essere catturato dai pretoriani si fece uccidere da un suo liberto.

 

 

Indice argomenti sui successori di Augusto

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681