LE ATTIVITA' ECONOMICHE NELL'IMPERO ROMANO

COME CAMBIARONO LE ATTIVITA' ECONOMICHE DALL'ETA' REPUBBLICANA ALL'IMPERO

Quali erano le attività economiche più diffuse a Roma nell'età monarchica e durante l'età repubblicana?

L' attività economica più diffusa a Roma nell'età monarchica e durante l'età repubblicana era quella agricola. Essa forniva il necessario per la vita: farina, olio, vino, legumi, verdura.

Industria e commercio erano praticate solamente dai nuovi venuti nella città.

Alcuni artigiani producevano gli oggetti di uso comune come pentole, vasi, mobili oltre alle armi.

Quando la vita economica di Roma iniziò a cambiare?

La vita economica di Roma iniziò a cambiare con la conquista della penisola e, ancora di più con le guerre puniche con le quali Roma divenne padrona del Mediterraneo.

Iniziarono ad essere importati prodotti che non si trovavano fino ad allora a Roma, come cibi raffinati, oggetti per l'arredamento della casa, tessuti, capi di abbigliamento.

In che modo questi eventi modificarono l'economia di Roma?

La crescita degli scambi e delle merci provenienti da lontano portarono molti Romani a diventare commercianti.

Inoltre arrivarono a Roma molti mercanti e artigiani provenienti dall'Oriente e Roma divenne un importante centro di produzione e di scambio.

Quali cambiamenti si ebbero nel settore agricolo?

Anche il settore agricolo mutò.

Le conquiste effettuate dai Romani avevano fatto aumentare notevolmente il numero di schiavi disponibili. Per questo motivo, il lavoro nei campi veniva sempre meno svolto dai membri della famiglia e sempre più dagli schiavi.

Inoltre, dato che i Romani si dedicavano sempre di più agli scambi, all'industria e all'edilizia, molti prodotti agricoli, tra i quali il grano, venivano importati dalla province.

Anche la riforma militare voluta da Mario contribuì a modificare l'economia di Roma?

Anche la riforma militare voluta da Mario contribuì a modificare l'economia di Roma.

Infatti, mentre in passato solamente i possidenti potevano entrare a far parte dell'esercito, con la riforma di Mario tutti i Romani che lo desiderassero potevano far parte volontariamente dell'esercito ed essere retribuiti per questo lavoro.

Fare il soldato divenne un mestiere che occupava gli anni migliori della vita e permetteva di avere uno stipendio sicuro.

Anche la figura del soldato entrò tra le professioni svolte dai Romani.

Come cambiò l'economia durante l'impero?

Durante l'impero l'economia cambiò ulteriormente:

  • i cittadini romani avevano sempre meno responsabilità politiche, dato che esse erano tutte nelle mani dell'imperatore;
  • le cariche pubbliche iniziarono ad essere ricoperte anche da uomini provenienti dalla province.

Così i Romani avevano più tempo da dedicare ad altre attività.

Quali furono le altre attività economiche alle quali i Romani iniziarono a dedicarsi in questo periodo?

Le altre attività economiche alle quali i Romani iniziarono a dedicarsi in questo periodo furono:

  • la costruzione di opere pubbliche volute dall'imperatore (palazzi, mercati, terme, teatri, acquedotti, ecc..);
  • la costruzioni di ville ordinate dai ricchi.

Tanti furono i gioiellieri, i sarti, i parrucchieri, i cuochi, i giardinieri, i facchini, ecc.. che lavoravano per permettere una vita agiata alle classi più abbienti.

Anche gli spettacoli rappresentavano una fonte di guadagno per musici, cantanti, ballerini, giocolieri, e altri artisti.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter