LE LEGGI DELLE 12 TAVOLE

LE PRIME LEGGI SCRITTE DELLA REPUBBLICA ROMANA

Quando furono emanate le prime leggi scritte nella Repubblica romana?

Nella Repubblica romana, le prime leggi scritte, civili e penali, furono emanate nel 451 a.C.

Fino ad allora le leggi erano tramandate oralmente da giudice a giudice. Dato che i giudici erano tutti patrizi, spesso le norme venivano interpretate a danno dei plebei.

Chi ebbe l'incarico di scrivere tali leggi?

L'incarico di scrivere queste leggi fu affidato a 10 magistrati, detti per questo decemviri.

A chi si ispirarono i Romani nella stesura di tali leggi?

I Romani, nella stesura di tali leggi, si ispirarono alle leggi greche, mandando alcuni membri del Senato nella Magna Grecia e ad Atene, all'epoca sotto il governo di Pericle.

Perché le prime leggi scritte della Repubblica romana furono dette leggi delle XII tavole?

Le prime leggi scritte della Repubblica romana furono dette leggi delle XII tavole perché furono incise su 12 tavole di bronzo.

Quale fu l'importanza di queste leggi?

Queste leggi furono importantissime perché, proprio in quanto scritte, erano valide per tutti.

Inoltre esse erano pubbliche, infatti erano affisse nel Foro, in modo che tutti potessero conoscerle.

In questo modo venivano evitati gli arbìtri da parte dei patrizi nell'interpretazione delle norme e i giudici erano obbligati a rispettare le leggi.

Questa fu un'evoluzione importantissima anche se non veniva ancora sancita, da parte delle legge, la parità di diritti tra patrizi e plebei.

Quali erano le principali disposizioni delle leggi delle XII tavole?

Le leggi delle XII tavole contenevano precise disposizioni sul diritto di proprietà, sul testamento, sulla famiglia, e così via.

Esse si fondavano sul principio di eguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net