I TRENTA TIRANNI

DAI TRENTA TIRANNI AL RITORNO ALLA DEMOCRAZIA

Cosa accade dopo la definitiva sconfitta di Atene?

Dopo la definitiva sconfitta di Atene e l'ingresso di Lisandro nel porto del Pireo, iniziò per Atene un periodo di sottomissione a Sparta.

Quali cambiamenti costituzionali si ebbero ad Atene?

Per Atene cominciò un periodo di grandi cambiamenti costituzionali.

Fu creato un governo oligarchico fondato su una commissione di trenta uomini, detti Trenta tiranni.

Essi erano nominati tra gli aristocratici che parteggiavano per Sparta: nella maggior parte dei casi si trattava di esuli che erano tornati ad Atene dopo la sua sconfitta.

A capo di costoro vi era Crizia, uomo ambizioso, violento ed estremamente vendicativo nonostante fosse stato per un po' di tempo allievo di Socrate

Cosa accadde nel periodo in cui ad Atene vi furono i trenta tiranni?

Nel periodo in cui ad Atene vi furono i Trenta tiranni, cioè tra il 404 e il 403 a.C., essi affiancati da una guarnigione spartana, afflissero la città con vendette, confische, saccheggi e omicidi, perseguitando con molta ferocia i democratici.

Quale fu la reazione degli Ateniesi a tale violenza?

Per sottrarsi a tale violenza molti Ateniesi fuggirono.

Tra essi vi era anche Trasìbulo, abile combattente che si era messo in luce durante la battaglia di Arginuse.

Egli si recò a Tebe. Durante l'esilio riunì altri democratici fuoriusciti da Atene ed entrò nell'Attica. Nel frattempo il suo esercito si ingrandì e così riuscì ad entrare nel Pireo, ad impadronirsene e ad uccidere Crizia.

Trasìbulo riuscì a sconfiggere l'esercito mandato dai Trenta tiranni.

Cosa fece Trasìbulo dopo la sua vittoria?

Dopo la sua vittoria Trasìbulo:


 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter