LA SOCIETA' FEUDALE

I TRE ORDINI DELLA SOCIETA' FEUDALE

Quali erano le classi sociali nella società feudale?

Adalberone, vescovo di Laon in Francia, nel poema Carme per il re Roberto del 1031, affermava che la società feudale era divisa in tre classi:


Quali caratteristiche aveva la classe dei religiosi?

I religiosi erano divisi in due gruppi:

  • i preti, che vivevano insieme alla gente e facevano capo al vescovo;
  • i monaci, che vivevano isolati dal resto del mondo in conventi o abbazie.

Chiunque lo desiderava poteva diventare prete o monaco, ma anche nel clero, solamente i ricchi potevano ricoprire le cariche più importanti, come quelle di abate, vescovo o cardinale.

I religiosi erano collocati al primo posto della scala gerarchica dato che la religione cristiana aveva un ruolo estremamente importante nella società dell'epoca.

Quali caratteristiche aveva la classe dei guerrieri?

I guerrieri erano chiamati anche cavalieri.

Potevano diventare cavalieri solamente coloro che disponevano del denaro necessario per l'acquisto di un cavallo e dell'armatura.

I guerrieri erano collocati al secondo posto della scala gerarchica dato che avevano il compito di difendere la Chiesa ed il popolo.

Quali caratteristiche aveva la classe del popolo?

Il popolo era formato soprattutto da contadini ed in minima parte anche da artigiani.

Il popolo aveva una serie di obblighi nei confronti del signore:

  • era tenuto alle corvée;
  • a cedere una parte del proprio raccolto al padrone;
  • a combattere per il proprio signore, a piedi e con pochissimo equipaggiamento.

Il popolo era soggetto al giudizio del signore che poteva imporre ad esso qualsiasi tipo di pena.

Leggermente migliori erano le condizioni di quei contadini che erano anche proprietari di terre.

Cos'erano le corvée?

Per corvée si intendevano delle prestazioni che il popolo doveva nei confronti del proprio signore.

In genere si trattava di ore di lavoro prestate gratuitamente e che potevano essere: garantire uno o più giorni di lavoro alla settimana, fornire la propria manodopera durante la mietitura, dedicarsi alla manutenzione della casa del padrone, ecc..

In altri casi si trattava di fornire al signore, sempre gratuitamente, delle attrezzature o degli animali per i lavori nei campi o per i trasporti.

Chi erano i poveri?

I poveri non appartenevano a nessuna delle tre classi sociali precedenti.

Essi non possedevano nulla e vivevano di elemosina o facendo i giullari o ancora i girovaghi.

Venivano guardati con sospetto perché erano considerati una minaccia all'ordine pubblico.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter