LA NOBILTA'

LA NOBILTA' NELLA SOCIETA' FEUDALE

Chi erano gli aristocratici nella società feudale?

Nella società feudale gli aristocratici erano coloro che possedevano la terra.

Quando gli aristocratici divennero nobili?

Gli aristocratici iniziarono a diventare anche nobili quando, oltre al possesso di terreni, avevano anche un titolo o una carica ufficiale.

Ciò iniziò ad accadere in seguito alle investiture.

Quando il titolo ricevuto iniziò a poter essere trasmesso ai figli, essendo i feudi divenuti ereditari, l'aristocrazia terriera si trasformò in vera e propria nobiltà.

Chi erano i nobili durante il feudalesimo?

Durante il feudalesimo, i nobili erano i vassalli che erano al tempo stesso proprietari terrieri e titolari di un titolo ricevuto in seguito all'investitura da parte del sovrano.

Quando i vassalli iniziarono ad essere i soli ad occuparsi dell'attività militare?

I vassalli iniziarono ad essere anche i soli ad occuparsi dell'attività militare tra il X e l'XI secolo.

Solamente i ricchi aristocratici erano in grado di provvedere all'equipaggiamento militare che era estremamente costoso: cavallo, armature, elmi, spade, lance, scudi.

I cavalieri erano dunque solamente dei nobili.

Chi erano i cadetti e perché essi entravano a far parte della cavalleria?

I cadetti erano i figli minori delle famiglie aristocratiche.

Quando i feudi divennero ereditari e, quindi, iniziarono ad essere trasmessi ai primogeniti, per i figli minori entrare in cavalleria era l'unico modo per poter affermare il proprio potere e prestigio.

Spesso essi formavano delle compagnie che andavano nelle varie corti dove prendevano parte a tornei.

A volte riuscivano a farsi reclutare da un signore ed ottenere, mediante un rapporto di vassallaggio, dei terreni in modo da diventare dei signori territoriali.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter