L'ITALIA BIZANTINA

L'ASSETTO ORGANIZZATIVO DELL'ITALIA SOTTO I BIZANTINI

Cos'era la Prammatica Sanzione?

La Prammatica Sanzione era una costituzione emanata da Giustiniano nel 554 con la quale l'imperatore estendeva anche all'Italia l'applicazione delle sue leggi.

Inoltre, con questo provvedimento egli:

  • ripristinò l'ordinamento amministrativo romano;
  • abolì le norme emanate da Totila restituendo agli aristocratici romani le terre loro conquistate;
  • assegnò ingenti ricchezze alla Chiesa cattolica a titolo di risarcimento dei danni subiti durante la guerra.

Quale organizzazione fu data all'Italia dai Bizantini dopo la guerra greco-gotica?

Dopo aver conquistato l'Italia con la guerra greco-gotica, i Bizantini ne fecero una provincia dell'Impero a capo della quale fu posto un governatore chiamato esarca originario dell'Oriente.

Chi era l'esarca?

La parola esarca viene dal greco èxarchos: esso era un titolo attribuito, in origine, agli ufficiali dell'esercito bizantino e, successivamente, a partire dal VI secolo, usato per indicare i governatori delle province dell'Italia e dell'Africa.

L'esarca aveva una discreta libertà rispetto all'imperatore bizatino e disponeva di ampi poteri militari e civili.

Quali poteri venivano riconosciuti da Giustiniano ai vescovi cattolici?

Giustiniano riconobbe ai vescovi cattolici funzioni di controllo sia sull'amministrazione delle città, che sulla giustizia. Per questa ragione essi, spesso, finivano con l'avere un maggior potere rispetto a quello dei funzionari bizantini.

Quali furono le condizioni economiche dell'Italia sotto i Bizantini?

L'Italia fu sfruttata dai Bizantini che imposero tasse elevate e finirono con l'impoverire la penisola a vantaggio dell'Oriente.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter