LA GUERRA GRECO-GOTICA

GIUSTINIANO E LA RICONQUISTA DELL'ITALIA

Cosa si intende per guerra greco-gotica?

Per guerra greco-gotica, o semplicemente guerra gotica, si intende la guerra intrapresa da Giustiniano contro gli Ostrogoti per riconquistare l'Italia.

Quando e come ebbe inizio la guerra greco-gotica?

La guerra greco-gotica ebbe inizio nel 535 quando, guidati dal comandante Belisario, i Bizantini sbarcarono in Sicilia.

Quali furono gli eventi principali della guerra?

I Bizantini conquistarono facilmente la Sicilia e, successivamente assediarono Napoli. Poi si impossessarono di Roma ed infine di Ravenna.

Gli Ostrogoti furono costretti a rifugiarsi oltre il Po.

Intanto l'artistocrazia romana inziò ad appoggiare i Bizantini nella speranza che questi riuscissero a cacciare definitivamente i barbari ma, una volta che Totila divenne re dei Goti, essi riuscirono a riconquistare gran parte dei territori perduti. Inoltre punirono gli aristocratici romani distribuendo ai contadini le terre che avevano conquistato e invitandoli a non pagare le tasse ai grandi proprietari terrieri.

Giustiniano, allora, affidò la guida di un numeroso esercito, formato da barbari asiatici ed europei, a Narsete che riuscì a sconfissere gli Ostrogoti nel 552 a Gualdo Tadino, dove fu ucciso anche Totila.

Con la battaglia dei monti Lattari (in Campania) del 553, l'Impero bizantino sconfisse definitivamente gli Ostrogoti.

Quali conseguenze ebbe la guerra greco-gotica per l'Italia?

La guerra greco-gotica fu disastrosa per l'Italia: essa, oltre agli eserciti degli Ostrogoti e dei Bizantini, coinvolse anche la popolazione civile.

La guerra fu lunga e difficile e provocò carestia e pestilenze.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter