www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

L'invasione gallica

 L'invasione dei Galli in Italia

 

 
Con quale altro nome sono conosciuti i Galli? I Galli sono conosciuti anche con il nome di Celti.

In realtÓ furono i Romani a chiamare queste popolazioni Galli.

 

Chi erano i Galli?

 

I Galli erano una popolazione di origine indoeuropea proveniente dall'Europa centrale.

Si trattava di trib¨ prive di un'organizzazione civile, ma molto bene armate e, di conseguenza, molto minacciose.

 

Dove erano stanziati i Galli? Intorno al IV secolo a.C. alcune trib¨ celtiche, superate le Alpi, si erano stanziate nella Pianura Padana.

 

Come giunsero i Galli a Roma? I Galli, guidati da Brenno, giunsero a Roma dopo aver attraversato, indisturbati, l'Italia centrale. Qui, gli Etruschi, si erano chiusi nelle loro cittÓ fortificate e li avevano lasciati passare.

I Galli, infatti, non erano abili negli assedi e, pertanto, preferirono saccheggiare le zone circostanti alle cittÓ e proseguire verso sud.

 

I Romani tentarono di fermare i Galli prima che giungessero a Roma? I Romani non disponevano di mura difensive come quelle delle cittÓ etrusche.

Quindi, insieme ai propri alleati, tentarono di fermare i Galli prima che giungessero a Roma, al fiume Allia, un affluente del Tevere, nel 390 a.C.

I Romani persero la battaglia e la cittÓ di Roma, priva di difese, fu nelle mani dei nemici.

 

Come si concluse la vicenda? La vicenda si concluse con l'invasione dei Galli che incendiarono Roma e la saccheggiarono.

 

I Romani tentarono di reagire? Vi fu un tentativo di reazione da parte di un piccolo gruppo di Romani rifugiatisi nel Campidoglio.

I Galli cercarono di conquistare il Campidoglio, ma non riuscendovi decisero di pattuire un riscatto per lasciare libera la cittÓ.

 

Le cittÓ precedentemente sottomesse a Roma come reagirono di fronte alla sconfitta dei Romani?

 

Le cittÓ precedentemente sottomesse a Roma reagirono di fronte alla sconfitta dei Romani ribellandosi

Gli Equi, i Volsci, le cittÓ etrusche e anche alcune cittÓ della Lega latina cercarono di trarre vantaggio da tale situazione.

Come reagý Roma al suo saccheggio da parte dei Galli? Roma reagý al suo saccheggio da parte dei Galli ricostruendo la cittÓ e innalzando mura di cinta per evitare altre eventuali incursioni nemiche.

Le abitazioni furono ricostruite, gli edifici del Foro restaurati, le strade rifatte. Nuove vie e piazze si aggiunsero alle precedenti.

Le piantagioni distrutte furono sostituite e le greggi furono ripopolate.

Nel giro di pochi decenni la cittÓ fu pienamente risanata.

 

Quale conseguenza ebbe questo rifiorire di Roma?

 

Questo rifiorire di Roma port˛ ad una notevole crescita demografica: molta gente lasci˛ le campagne per dirigersi nella cittÓ nella speranza di trovare un lavoro pi¨ redditizio e meno faticoso.

 

Quali effetti ebbe la crescita demografica di Roma? La crescita demografica di Roma ebbe due effetti:
  • da una parte occorreva trovare viveri per sfamare tutta quella gente;
  • dall'altra diventava necessario accrescere le attivitÓ commerciali ed industriali per poter avere nuove fonti di guadagno.

 

Tutto ci˛ spinse i Romani alla conquista di nuove terre e di nuovi mercati.

 

 

Indice argomenti sull'espansione di Roma in Italia

 
 
 
 

Cos'Ŕ la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltÓ dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltÓ greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'etÓ classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltÓ

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'etÓ monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

La crisi dell'impero romano

Le invasioni barbariche e il crollo dell'impero romano d'Occidente

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicitÓ. Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non pu˛ essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681