ORDINAMENTO POLITICO DELLA REPUBBLICA ROMANA

CONSOLI, SENATO, COMIZI

A chi era affidato il governo della cosa pubblica nella Roma repubblicana?

Il governo della cosa pubblica nella Roma repubblicana era affidato:

  • a 2 consoli;
  • al Senato;
  • ai Comizi.

Cosa significa il termine console?

Il termine console significa colui che si consulta.

Chi erano i consoli?

I consoli erano magistrati eletti dai Comizi tra gli appartenenti alla classe dei patrizi.

Quali erano i compiti dei consoli?

I consoli erano i capi dello Stato, esercitavano il potere esecutivo e guidavano l'esercito.

Essi:

  • imponevano i tributi per esigenze belliche;
  • stipulavano accordi con altri popoli, che il Senato doveva ratificare;
  • facevano proposte di legge;
  • mantenevano l'ordine pubblico;
  • esercitavano funzioni giuridiche;
  • convocavano i Comizi.

Di cosa godevano i consoli?

I consoli godevano dell'eponimìa, ovvero del diritto di dare il loro nome all'anno in cui erano in carica.

Quali magistrati, col tempo, affiancarono i consoli?

Col tempo, i consoli furono affiancati da altri magistrati. Essi erano:

  • 2 pretori, che amministravano la giustizia civile, cioè quella relativa ai rapporti tra i privati, e convocavano le assemblee;
  • i questori, che si occupavano della gestione del denaro dello Stato, riscuotevano le tasse, pagavano le truppe e amministravano la giustizia penale. Inizialmente erano in numero di 2, poi con l'ingrandirsi del territorio da amministrare arrivarono ad essere 40;
  • due censori, addetti al censimento, ovvero all'accertamento delle ricchezze dei cittadini. Erano gli unici a non restare in carica per un anno: inizialmente la loro carica durava 5 anni, ma successivamente fu ridotta a 18 mesi;
  • 4 edili, che si occupavano della costruzione delle opere pubbliche, sorvegliavano i mercati e l'igiene della città, provvedevano al suo approvvigionamento, preparavano i giochi in occasione delle feste pubbliche.

Chi era il dittatore?

Il dittatore era un magistrato straordinario che veniva nominato dai consoli su incarico del Senato solamente in situazioni di particolare gravità. Egli sostituiva i consoli ed accentrava su di sé tutti i poteri. La sua carica non poteva durare più di sei mesi.

I decreti del dittatore avevano il valore delle leggi e contro di essi i cittadini non potevano appellarsi.

Vi erano delle decisioni che il dittatore non poteva prendere?

Il dittatore non poteva prendere alcune decisioni:

  • non poteva abrogare o cambiare la costituzione;
  • non poteva dichiarare guerra;
  • non poteva imporre nuove tasse ai cittadini.

Quale era il ruolo del Senato nella Repubblica romana?

Il ruolo del Senato nella Repubblica romana era di tipo consultivo, ovvero esso esprimeva pareri, ma non prendeva decisioni.

Cosa si intende per Comizi e quali erano i loro compiti?

I Comizi erano assemblee del popolo.

I loro compiti erano:

  • votare le leggi;
  • eleggere i magistrati;
  • approvare o disapprovare gli atti compiuti dai magistrati;
  • giudicare i condannati a morte che chiedevano di appellarsi al popolo.

Come si dividevano i Comizi?

I Comizi si dividevano in:

  • Comizi Curiati, che pur avendo avuto potere nel periodo monarchico, andarono perdendolo nel periodo repubblicano;
  • Comizi Centuriati, che col tempo, assunsero sempre più importanza e sostituirono del tutto i Comizi Curiati nelle questioni politiche e militari;
  • Comizi Tributi, la cui importanza aumentò nel tempo tanto che le sue decisioni furono uguagliate alle leggi.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net