HOMO SAPIENS SAPIENS

L'HOMO SAPIENS SAPIENS, OVVERO L'UOMO MODERNO

Chi è l'Homo sapiens sapiens?

Si chiama Homo sapiens sapiens l'uomo moderno. Il suo nome significa uomo molto sapiente o uomo molto intelligente.

Egli è comparso circa 35.000 anni fa ed è il nostro diretto antenato. Tutti noi siamo Homo sapiens sapiens.

L'aumento della temperatura su tutta la Terra favorì la migrazione dell'Homo sapiens sapiens dall'Africa verso il resto del mondo.

Dove visse l'Homo sapiens sapiens?

L'Homo sapiens sapiens visse in Africa, in Europa, nelle Americhe e in Australia.

L'Homo sapiens sapiens iniziò a differenziarsi nella struttura ossea, nei capelli e nella pelle in modo da adattarsi alle diverse condizioni ambientali riuscendo così a popolare tutta la Terra.

Quali caratteristiche aveva l'Homo sapiens sapiens?

L'Homo sapiens sapiens:

  • era alto circa 160-180 cm;
  • il suo cervello era grande come quello dell'uomo di oggi;
  • aveva la fronte piatta, le arcate sopracciliari poco marcate, il naso e le mascelle più piccole rispetto ai suoi predecessori e il volto meno sporgente.

Quali erano gli strumenti realizzati dall'Homo sapiens sapiens?

L'Homo sapiens sapiens scoprì nuovi materiali, come:

  • l'ossidiana ovvero un vetro di origine vulcanica, di colore nero, formatasi in seguito al rapido raffreddamento della lava;
  • la selce, cioè una pietra liscia e tagliente.

Egli imparò ad utilizzare questi materiali per costruire coltelli, asce, punte di frecce o di lancia.

Con le lame intagliava gli ossi in modo da ottenere punte di arpioni da usare per la pesca o aghi per cucire le pelli.

Usando i tendini degli animali e i vegetali realizzava corde, ceste e contenitori per trasportare utensili e cibo.

Inoltre inventò l'arco che gli permise di colpire a distanza e con molta precisione gli animali.

Come comunicava l'Homo sapiens sapiens?

L'Homo sapiens sapiens usava un linguaggio articolato e complesso.

Cosa sapeva fare l'Homo sapiens sapiens?

Poco alla volta l'Homo sapiens sapiens divenne in grado di:


Cosa si intende per arte rupestre?

Con l'Homo sapiens sapiens nasce l'arte rupestre.

Egli dipingeva sulle pareti delle caverne o incideva nella roccia animali, scene di caccia e di danza. A questo proposito si parla di arte rupestre.

Venivano usati colori vivaci ottenuti mescolando terra, polvere, minerali, acqua e grasso. Famose sono le pitture della grotta di Lascaux e quelle delle grotte di Altamira.

Secondo alcuni studiosi questi dipinti erano legati a riti magici compiuti con le immagini degli animali e avevano la funzione di propiziare la caccia.

Secondo altri, invece, essi servivano ad insegnare ai giovani cacciatori il modo di colpire la preda.

Cosa si intende per arte mobiliare?

Con l'Homo sapiens sapiens inizia anche l'arte mobiliare.

Questa espressione è usata per intendere la realizzazione di oggetti mobili di uso domestico o rituale. L'Homo sapiens sapiens realizzava piccole sculture in osso, roccia o pietra che rappresentavano figure di animali o di donne.

Chi era l'uomo di Cro-Magnon?

L'uomo di Cro-Magnon è il primo esemplare di Homo sapiens sapiens ritrovato.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter