HOMO HABILIS

L'HOMO ABILIS E L'INIZIO DELLA PREISTORIA

Chi era l'Homo habilis?

La parola Homo habilis significa uomo abile.

Egli visse in Africa circa 2 milioni di anni fa, contemporaneamente all'australopiteco, e viene considerato il primo uomo vissuto sulla Terra.

Quali caratteristiche aveva l'Homo habilis?

Rispetto all'australopiteco, l'Homo habilis era più evoluto e aveva un cervello più sviluppato. Inoltre camminava stabilmente su due gambe.

Era alto circa 140-150 cm e pesava 40-50 kg.

La testa era più arrotondata e la mascella meno sporgente.

Di cosa si nutriva l'Homo habilis?

L'Homo habilis era onnivoro, cioè mangiava di tutto: si nutriva di bacche, frutta, erbe, grandi animali morti e piccoli animali catturati.

Come viveva l'Homo habilis?

L'Homo habilis viveva in piccoli gruppi.

Dimorava sugli alberi, nelle caverne, sotto le sporgenze delle rocce.

L'Homo habilis era nomade: si muoveva continuamente per inseguire le prede, per trovare nuova frutta e sfuggire alle belve.

I maschi si dedicavano alla caccia e alla difesa, mentre le donne curavano la prole e raccoglievano bacche e frutta.

Come comunicava l'Homo habilis?

L'Homo habilis era in grado di comunicare con i gesti ed emettendo dei suoni articolati che non formavano ancora un vero e proprio linguaggio.

Quali erano gli strumenti realizzati dall'Homo habilis?

L'Homo habilis imparò a costruire degli strumenti in pietra. Egli prendeva una grossa pietra e la batteva con un'altra di dimensioni più piccole fino a ricavare dalla prima alcune schegge.

Le schegge ottenute erano utili per scavare la terra, tagliare la carne, difendersi dai predatori, catturare piccoli animali e fabbricare altri utensili.

Questi strumenti sono stati chiamati chopper.

Cosa inizia con l'Homo habilis?

Con l'Homo habilis inizia la Preistoria e in particolare un periodo detto Paleolitico.

Cosa significa la parola Paleolitico?

La parola Paleolitico viene da due termini greci:

  • palaios che significa antico
  • líthos che significa pietra.

Cos'è il Paleolitico?

Il Paleolitico è il primo periodo della Preistoria ed è anche il più lungo di essi.

Poiché in questo periodo della Preistoria l'uomo impara a costruire i primi strumenti di pietra ottenuti scheggiandole grossolanamente le une con le altre si parla anche di età della pietra antica o età della pietra scheggiata.

Quanto dura il Paleolitico?

Il Paleolitico comprende un lunghissimo periodo della storia dell'uomo che va da circa 2.000.000 di anni fa fino a 10.000 anni fa ed è diviso, a sua volta, in varie ere.

Com'era la Terra durante il Paleolitico?

Durante il Paleolitico la Terra era coperta da grandi e folte foreste e da estese praterie. Molte zone erano ricoperte da ghiacciai, altre erano abitate da belve selvatiche.

Terremoti, inondazioni, eruzioni vulcaniche sconvolgevano la Terra.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter