www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

Cosa mangiavano i Romani

 L'alimentazione nell'antica Roma

 

 
Qual era l'alimentazione dei Romani? Fino al II secolo a.C., l'alimentazione romana era molto semplice ed era costituita soprattutto da pane che veniva cotto insieme a farro, miglio e orzo in modo da ottenere una specie di zuppa che poteva essere arricchita con legumi o con cavoli o ancora con carne o formaggio fatto seccare e grattugiato.

 

Quando l'alimentazione dei Romani iniziò a cambiare? L'alimentazione dei Romani iniziò a cambiare quando Roma entrò in contatto con la cultura greca e quella orientale venendo a conoscenza di pietanze molto più varie e gustose.

L'alimentazione delle famiglie meno abbienti non cambiò molto, mentre quella delle persone più facoltose si arricchì di piatti esotici e raffinati.

I Romani iniziarono ad insaporire i loro cibi con salse e spezie provenienti dall'Oriente, soprattutto pepe e cannella.

Molto diffuso era il liquamen, prodotto a Pompei e ad Antipolis, in Francia. Esso era un condimento a base di pesce: acciughe, tonno o sgombri venivano messi sotto sale insieme al vino e lasciati macerare.

 

Qual era il pasto principale per i Romani? I Romani facevano tre pasti:
  • la prima colazione, detta ientaculum, a base di pane e latte o vino. I benestanti consumavano anche formaggio, frutta secca e miele;
  • il pranzo, detto prandium. Si trattava di un pasto veloce formato da pane e formaggio e, a volte, un po' di carne. Spesso si mangiava nelle taverne;
  • la cena, detta anche epulae vespertinae, era il pasto principale delle famiglie romane. Tra i patrizi, la cena era un pasto molto abbondante che prevedeva una serie di antipasti, varie portate a base di carne o di pesce, frutta e dolci.

 

 

I Romani facevano uso di vino? I Romani facevano uso del vino, anche se esso era proibito alle donne: il consumo del vino da parte delle donne era equiparato ad adulterio. 

Nel I secolo a.C. i vini italici iniziarono ad essere più popolari di quelli greci sul mercato internazionale.

 

Cosa rappresentavano i banchetti per i Romani? Per i Romani, i banchetti, detti symposium o convivium, rappresentavano un modo per stare insieme.

Le famiglie ricche organizzavano banchetti enormi: con gli ospiti ci si riuniva nella sala da pranzo, detta triclinium. Si disponevano tappeti e cuscini intorno alla tavola e si mangiava sdraiati su di un fianco.

L'unica posata usata era il cucchiaio. La carne veniva portata in tavola già tagliata ed era messa in bocca con le mani.

I cibi serviti erano tanti, compresi cibi sontuosi ed esotici. A servire a tavola erano gli schiavi.

I banchetti si protraevano fino all'alba ed erano animati da danzatrici e giocolieri.

 

 

Indice argomenti sulla vita dei Romani

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681