www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

I Sumeri

 La civiltà dei Sumeri

 

 
Chi erano i Sumeri?

 

Ancora oggi non sappiamo con sicurezza da dove sono giunti i Sumeri:
  • forse provenivano dall'altipiano dell'Iran;
  • o forse dal territorio dell'Indo.

Neppure possiamo dire con sicurezza a quale stirpe essi appartenessero.

 

Cosa significa il termine Sumeri?

 

Il termine Sumeri deriva da Sumer che significa terra coltivata, infatti essi furono abili agricoltori.
Quando si sviluppò la civiltà dei Sumeri?

 

I Sumeri si stabilirono nella zona compresa tra le foci del Tigri e dell'Eufrate intorno al 3500 a .C.

Probabilmente quello dei Sumeri fu il più antico impero della Storia anche se non esistono, in tal senso, notizie molto certe.

 

Come vivevano i Sumeri? I Sumeri si dedicavano in modo particolare all'agricoltura coltivando soprattutto orzo e grano.

I fiumi Tigri ed Eufrate, di frequente, straripavano provocando inondazioni. Non a caso il termine Tigri significa veloce come una freccia, ad indicare che le acque di questo fiume sono particolarmente violente.

Per questa ragione i Sumeri costruirono una rete di dighe e canali. Quando i fiumi si ingrossavano venivano aperti dei canali di irrigazione che facevano confluire l'acqua ai campi più lontani. Quando, invece, le piene erano particolarmente impetuose venivano chiuse le dighe per evitare che la violenza dell'acqua rovinasse le piantagioni. In questo modo i Sumeri accrebbero sensibilmente i terreni coltivabili e fertili.

 

Quali altri attività praticavano i Sumeri? I Sumeri furono abili anche nella lavorazione dei metalli. In particolare creavano oggetti in oro, argento, rame e ferro. Inoltre dalla fusione del rame e del ferro ottenevano lo stagno

Con i metalli venivano prodotti utensili che rendevano ancora più efficace il lavoro agricolo, come ad esempio i falcetti

L'abbondanza di cibo, dovuta alle opere di irrigazione e all'uso di attrezzi, favorì la specializzazione del lavoro: ogni individuo svolgeva una sola attività. Vi erano fabbri, artigiani, mercanti, agricoltori e ognuno scambiava il prodotto del proprio lavoro con quello degli altri.

 

Come nasce il commercio? L'economia dei Sumeri era molto florida. Si svilupparono i commerci con le altre popolazioni e poco alla volta si passò dal baratto, cioè dallo scambio delle merci, al commercio vero e proprio con l'uso della moneta come mezzo di pagamento.

Come monete si usavano merci preziose come il sale e i metali.

 

Quali furono le più importanti città dei Sumeri? I primi villaggi sumeri divennero ben presto delle vere e proprie città

Le città più importanti furono Ur, Uruk, Mari, Nippur e Lagash.

 

Quali altre invenzioni si devono ai Sumeri? I Sumeri furono gli inventori della ruota, del chiodo e dell'aratro. Quest'ultimo fu usato per rendere più agevole la semina dei campi.

Ai Sumeri si devono le prime forme di scrittura.

 

Qual era l'organizzazione sociale e politica dei Sumeri?

 

I Sumeri erano organizzati in molte città-stato indipendenti.
Qual era la religione dei Sumeri?

 

I Sumeri erano politeisti, cioè adoravano più dèi.
 

Indice argomenti sui Sumeri - Assiri - Babilonesi

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681