www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

La guerra contro i pirati

 Guerra piratica di Pompeo

 

 
Perché scoppiò la guerra contro i pirati? La pirateria, da alcuni anni, non rappresentava più un fenomeno isolato: i pirati  insidiavano costantemente i traffici nel Mediterraneo. Non si trattava più di navi isolate, ma di flotte che avevano le loro basi nella Cilicia (l'attuale Tuchia) e nell'isola di Creta.

I pirati assalivano le navi catturando gli equipaggi e i passeggeri, che venivano rivenduti come schiavi;  intercettavano i trasporti di truppe e di denaro pubblico, ma soprattutto attaccavano le imbarcazioni che trasportavano il grano verso Roma rendendo difficili gli approvvigionamenti.

I viveri iniziavano a scarseggiare nella città, mentre i loro prezzi aumentavano creando grande malumore nella plebe.

La pirateria, quindi, rappresentava una minaccia per i traffici di Roma e delle sue province.

 

Quale fu la proposta di Aulo Gabinio per risolvere il problema dei pirati?

 

Di fronte alle crescenti difficoltà economiche di Roma, il tribuno Aulo Gabino, nel 67 a.C., propose ai Comizi di conferire a Pompeo, per 3 anni, i pieni poteri allo scopo di annientare i pirati nel Mediterraneo.
Quale fu la reazione del Senato di fronte a tale proposta?

 

Il Senato si rese conto che la concessione di un simile potere, che mai prima di allora era stato attribuito, comportava un grande rischio e per questa ragione si oppose.

 

Perché il Senato, successivamente, acconsentì a tale proposta? Successivamente, il Senato dovette acconsentire a tale proposta perché pressato dal popolo  che temeva di restare senza rifornimenti.

Venne quindi approvata la legge Gabinia.

 

Quali furono le forze schierate dai Romani contro i pirati? I romani schierarono, contro i pirati:
  • 500 navi;
  • 120.000 uomini;
  • 5.000 cavalieri.

 

Come si risolse la guerra contro i pirati?

 

Pompeo riuscì a sconfiggere i pirati nell'arco di 3 mesi.
 

Indice argomenti su Pompeo e Giulio Cesare

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681