SPORT E DIVERTIMENTI PRESSO I ROMANI

IL CIRCO MASSIMO E IL COLOSSEO

Qual era il legame tra sport e spettacolo ai tempi dei Romani?

Le manifestazioni sportive costituivano spesso uno spettacolo per i Romani che costruirono delle strutture adatte a ciò come circhi, anfiteatri e ippodromi.

Quali erano gli sport maggiormente amati dai Romani?

Tra gli sport maggiormente amati dai Romani vi erano:

  • le corse tra cocchi tirati da due o quattro cavalli;
  • il combattimento dei gladiatori tra di loro o contro animali feroci provenienti dalle regioni più lontane.

Dove si svolgevano le corse tra cocchi?

Le corse tra cocchi si svolgevano nei circhi.

Un esempio ne è il Circo Massimo, costruito tra l'Aventino e il Palatino, che si fa risalire a Tarquinio Prisco.

Dalla forma allungata, il Circo Massimo era in grado di ospitare, sulle sue gradinate, circa 250.000 spettatori. La tribuna d'onore era riservata all'imperatore e alla sua famiglia.

I concorrenti, detti aurigis, dovevano percorrere 7 giri d'arena su bighe, trainate da due cavalli, o quadrighe, trainate da 4 cavalli. La grossa difficoltà consisteva nell'impedire al carro di rovesciarsi durante le curve.

Dove si svolgevano i combattimenti tra i gladiatori e gli animali feroci?

I combattimenti tra i gladiatori e tra questi e gli animali feroci si svolgevano negli anfiteatri, grandi costruzioni di forma ovale.

L'anfiteatro Flavio, noto come Colosseo, è il più famoso di questi. Esso poteva contenere fino a 50.000 persone.

A volte, negli anfiteatri, dei condannati a morte venivano esposti all'assalto delle belve affamate: cosa, questa, che accadde a molti cristiani.

Chi erano i gladiatori?

I gladiatori erano schiavi> o prigionieri condannati a morte che si allenavano, in apposite scuole, per affrontare questi combattimenti.

Vi erano vari tipi di gladiatori: ognuno contraddistinto da un certo tipo di armi e di abbigliamento.

I duelli si concludevano quasi sempre con la loro morte.

Quei pochi che riuscivano a vincere il duello, riacquistavano la libertà, oltre a divenire molto popolari.

In quale altro modo venivano impiegati gli anfiteatri?

Gli anfiteatri venivano, a volte, riempiti di acqua e trasformati in grandi laghi. Al loro interno si tenevano le naumachie, cioè delle battaglie navali, con imbarcazioni di dimensioni ridotte che si scontravano tra loro, e personaggi in costume.

Quali altri spettacoli erano amati dai Romani?

I Romani amavano anche gli spettacoli teatrali: sia le tragedie greche, gradite soprattutto dal pubblico più colto, che le commedie, scelte in particolar modo dalla massa.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net