L'ISTRUZIONE RELIGIOSA

SCUOLE MONASTICHE E SCUOLE CATTEDRALI

Qual era il pensiero di Carlo Magno in merito all'istruzione?

Carlo Magno volle che l'istruzione fosse diffusa il più possibile.

A chi fu affidato l'insegnamento?

L'insegnamento fu affidato alle cattedrali e ai monasteri e sorsero le scuole cattedrali, dette anche scuole episcopali e le scuole monastiche.

Quali erano i compiti delle scuole monastiche?

Le scuole monastiche erano sia interne che esterne.

Quelle interne erano destinate alla formazione dei futuri monaci, mentre quelle esterne erano destinate alla formazione di giovani nobili che desideravano istruirsi.

In queste scuole non si studiavano solamente i testi sacri, ma anche la grammatica, l'artimetica, la geometria, l'astronomia e la musica.

Nelle scuole monastiche venivano inviati periodicamente degli ispettori imperiali per controllare che venissero rispettate le direttive impartite dal sovrano.

Quali erano i compiti delle scuole cattedrali?

Le scuole cattedrali o scuole episcopali divennero dei centri di insegnamento superiori.

Quando i monasteri smisero di essere soggetti al controllo dello Stato in materia di insegnamento?

Dal X secolo i monasteri cessarono di essere soggetti al controllo dello Stato in materia di insegnamento.

Di conseguenza le scuole religiose tornarono ad impartire esclusivamente nozioni di teologia e a tralasciare altre materie ritenute inutili e, a volte, anche pericolose per i futuri monaci.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter