I MEZZI DI TRASPORTO NELLA PREISTORIA

LO SVILUPPO DEI MEZZI DI TRASPORTO TERRESTRE E LE PRIME FORME DI NAVIGAZIONE

L'uomo della Preistoria conosceva i mezzi di trasporto?

I primi uomini della preistoria non conoscevano alcun mezzo di trasporto.

Per spostarsi facevano affidamento solamente sulle loro gambe. Così come per trasportare le cose da un luogo all'altro potevano sfruttare solamente la forza delle loro spalle.

Quali sono stati i primi mezzi di trasporto usati dall'uomo?

I primi mezzi di trasporto che l'uomo ha iniziato ad usare sono stati gli animali.

Inizialmente l'uomo imparò a sfruttare la forza degli animali per i lavori dei campi. Egli usava il bue per spingere l'aratro. Ma il bue non si adattava bene al trasporto delle persone e delle cose.

L'asino fu il primo animale che l'uomo usò per spostarsi da un luogo all'altro e per trasportare materiali e oggetti. L'asino, essendo un animale mansueto e resistente, si adattava a portare in groppa l'uomo e a trasportare dei carichi anche pesanti ed era in grado di arrampicarsi anche su sentieri poco agevoli.

Il bue fu usato, invece, per trascinare la slitta. Questo mezzo di trasporto, che non si sa bene quando sia comparso, è stato usato a lungo nell'Asia centrale.

Quale è stata la più grande invenzione nel campo dei trasporti terresti?

La più grande invenzione nel campo dei trasporti terresti è stata l'invenzione della ruota.

Tale invenzione si ebbe intorno al 3500 a.C.

Le prime ruote erano piene, costruite con alcune tavole di legno unite da incastri. Nel tempo la ruota fu perfezionata, ma da subito l'uomo comprese le sue grandi potenzialità. Essa permetteva di spostare un grosso carico molto più velocemente e con minore fatica.

La scoperta favorì i contatti tra popolazioni lontane e gli scambi commerciali.

La ruota permise di usare il cavallo come animale per i trasporti.

Quali sono stati i primi mezzi di navigazione usati dall'uomo?

L'uomo primitivo iniziò a costruire vari mezzi di navigazione, diversi a seconda del materiale di cui disponeva e delle condizioni di navigazione delle acque.

Dapprima costruì:

  • zattere legando tra loro tronchi d'albero con delle fibre vegetali;
e
  • canoe svuotando dei tronchi d'albero o intrecciando il giunco.

Solo più tardi iniziò a costruire delle vere e proprie barche.

Intorno al 3000 a.C. fecero la loro comparsa, in Egitto, le prime vele.

Nell'antichità il mare e i grandi corsi d'acqua rappresentarono un'importante via di comunicazione più sicura e conveniente rispetto alla terra.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter