I SUCCESSORI DI OTTONE I

OTTONE II E OTTONE III

Cosa accadde alla morte di Ottone I?

Alla morte di Ottone I, il Sacro Romano Impero Germanico entrò in crisi.

I suoi successori non ebbero le qualità politiche e militari di Ottone I .

Tutti, però, continuarono nel tentativo di dare ordine e unità all'Europa attraverso l'Impero.

Chi fu il successore di Ottone I?

Il successore di Ottone I fu il figlio Ottone II divenuto imperatore nel 973 alla morte del padre.

Quanto tempo regnò Ottone II e quali furono i fatti principali che accaddero durante il regno di Ottone II?

Ottone II regnò solamente 10 anni, dal 973 al 983, anno in cui morì prematuramente.

Durante il suo regno, Ottone II cercò di estendere il suo potere nell'Italia meridionale senza riuscirvi.

Chi fu il successore di Ottone II e quando durò il suo regno?

Alla morte di Ottone II, il successore fu il figlio Ottone III che all'epoca aveva solo tre anni. Pertanto, fino a che non raggiunse la maggiore età, degli affari politici si occuparono la madre Teofano e la nonna Adelaide.

Quale fu il principale obiettivo di Ottone III?

Il principale obiettivo di Ottone III fu quello di restaurare l'impero e di esaltare il carattere religioso dell'autorià imperiale.

In che modo Ottone III pensò di realizzare questo suo disegno?

Ottone III pensò di realizzare questo suo disegno:

  • da una parte, non accettando alcuna intesa con la nobiltà, come invece avevano fatto i suoi predecessori. In questo modo intendeva sottolineare la sua sovranità incondizionata;
  • dall'altra, accentuando la sua collaborazione con il papa.

    A tale proposito stabilì la propria residenza a Roma.

Come fu accolta la scelta di Ottone III di stabilire la sua residenza a Roma?

La scelta di Ottone III di stabilire la sua residenza a Roma non fu ben vista:

  • nè dall'aristocrazia tedesca che considerava il trasferimento del sovrano come un abbandono della Germania che veniva, così, privata del suo ruolo centrale;
  • nè da parte dell'aristocrazia italiana che godeva, all'epoca, di una grande autonomia che vedeva limitata dalla presenza del sovrano in Italia.

Cosa accadde, in seguito, a Roma?

In seguito, tra il 999 e il 1001, l'aristocrazia romana che era solita scegliere il papa e indirizzarne l'operato, vedendo limitato il proprio potere, si ribellò e costrinse Ottone III a lasciare Roma per rifugiarsi in un monastero dove morì nel 1002.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter