IL DOMINIO LONGOBARDO

LE CONSEGUENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI DELL'INVASIONE LONGOBARDA

Quali furono le conseguenze della conquista dell'Italia da parte dei Longobardi?

La conquista dell'Italia da parte dei Longobardi comportò:

  • conseguenze politiche;
  • conseguenze economiche;
  • conseguenze sociali.

Quali conseguenze politiche ebbe la conquista dell'Italia da parte dei Longobardi?

La conquista dell'Italia da parte dei Longobardi ebbe come principale conseguenza politica la fine dell'unità della penisola e la sua divisione.

Dovrà passare oltre un millennio perché l'Italia torni ad essere nuovamente unita.

Inoltre, in un primo momento, quello dei Longobardi non fu un vero e proprio Stato, ma rimase diviso in gruppi ognuno con un proprio capo. Questi, tra l'altro, erano spesso in conflitto gli uni con gli altri.

Gli aristocratici romani furono allontanati da tutte le attività politiche ed amministrative, furono sottratte loro le terre e molti di essi furono anche uccisi.

Quali conseguenze economiche ebbe la conquista dell'Italia da parte dei Longobardi?

Dal punto di vista economico, l'arrivo dei Longobardi accentuò quel declino che la penisola stava già vivendo.

L'agricoltura non veniva praticata: ai campi, ormai incolti, si sostituirono le foreste. I fiumi, non più curati, iniziarono a formare immense paludi.

I commerci sparirono completamente. La moneta non veniva quasi più coniata.

Le uniche attività praticate erano la caccia e l'allevamento brado.

La popolazione viveva sempre più nella miseria.

Quali conseguenze sociali ebbe la conquista dell'Italia da parte dei Longobardi?

Sul piano sociale gli anni del Regno Longobardo furono caratterizzati da un forte calo demografico, dall'abbandono delle pianure difficili da difendere e dal sorgere di villagi montani ritenuti più sicuri.

Poiché i Longobardi non avevano avuto nessun contatto con i Romani, il loro arrivo ebbe effetti negativi anche sulla cultura e ciò rese estremamente difficile ogni forma di integrazione con le popolazioni locali.

I contadini, inoltre, furono messi alle dipendenze dei nuovi conquistatori e divennero, dei loro servi.

Com'era organizzata la popolazione durante la dominazione dei Longobardi?

Durante la dominazione dei Longobardi, il potere era nelle mani di un'aristocrazia guerriera, gli aremanni.

Essi sceglievano il re che era considerato solamente il capo militare.

Alle dipendenze del re vi erano gli altri comandanti, detti duchi.

I guerriri erano divisi in gruppi, che prendevano il nome di fare ed erano uniti da vincoli familiari.

Il resto della popolazione era diviso in:

  • servi, che si occupavano delle altre attività, come ad esempio dell'allevamento, e non avevano alcun diritto;
  • aldi, soggetti semiliberi che avevano la libertà personale, ma non potevano lasciare le terre del padrone per il quale lavoravano.

 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter