www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

L'istruzione al tempo dei Romani 

 La scuola nell'antica Roma

 

 
Quale fu l'importanza dell'istruzione presso i Romani?

 

L'istruzione fu sempre considerata molto importante presso i Romani.
Come era organizzata la scuola romana?

I fanciulli e le fanciulle iniziavano la scuola a 7 anni e la frequentavano fino ai 12 anni.

La scuola non era pubblica, ma vi erano dei maestri che si occupavano dell'istruzione dei ragazzi. Essi erano pagati dalle famiglie.

Le famiglie ricche prendevano un insegnante in casa: in genere si trattava di uno schiavo colto.

Le famiglie povere, con una spesa modesta, mandavano i  loro figli da un maestro. Le aule erano stanze prese in affitto, ma capitava anche che le lezioni si tenessero sotto un portico o una tettoia o addirittura all'aperto.

Le lezioni duravano tutto il giorno, salvo una pausa per il pranzo.

Il maestro, con una frusta in mano, era seduto su una sedia detta cattedra. Attorno a lui, seduti su panche o sgabelli, stavano i ragazzi.

Per scrivere venivano usate delle tavolette di cera, dette tabulae, sulle quali si incideva con uno stilo, cioè una cannuccia di ferro appuntita, oppure si scriveva su rotoli di papiro.

A scuola si imparava a leggere, scrivere e contare. Quando Roma entrò in contatto con la cultura greca, a scuola si iniziò ad imparare anche il greco e a studiare gli autori più famosi.

 

Cos'era la scuola di grammatica? A 12 anni, i maschi, potevano continuare gli studi passando alla scuola di grammatica dove si studiava la letteratura greca e quella latina.

Qui restavano fino a 16 anni.

 

Cos'era la scuola di retorica? Terminata la scuola di grammatica, i figli dei ricchi e dei nobili che volevano darsi alla politica, potevano frequentare, fino all'età di 18 anni, la scuola di retorica dove si imparava l'arte di parlare in pubblico.

 

Come la scuola cambiò nel corso degli anni? A partire da Cesare si iniziò a prestare sempre più attenzione all'istruzione dei bambini e dei ragazzi. Egli assegnò alcuni locali del Foro alla scuola di grammatica e di retorica.

Più tardi, gli imperatori della dinastia Flavia iniziarono a pagare un maestro di retorica, Quintiliano.

Traiano mise a disposizione un grande ambiente nel Foro per le attività scolastiche.

 

 

Indice argomenti sulla vita dei Romani

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681