www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

Il Senato nella Repubblica romana

 Il Senato romano

 

 
Il cosa consisteva il Senato?

 

Il Senato era un organo della Repubblica formato da senatori.

Esso era presieduto dal princeps senatus, il membro più anziano. 

 

Qual è l'origine del termine Senato?

 

Il termine Senato viene da senex, ovvero vecchio.

 

Quanto durava la carica di senatore?

 

La carica di senatore era a vita.
Quali erano i requisiti necessari per entrare a far parte del Senato? Per entrare a far parte del Senato era necessario essere esperti nei pubblici affari.

I consoli, una volta cessato il loro incarico, entravano a far parte di diritto del Senato.

Anche i censori e i pretori, una volta terminato il loro incarico, potevano diventare senatori.

 

Quali erano i compiti del Senato? Il Senato era il massimo organo consuntivo.

Esso:

  • dava pareri sulla pace e sulla guerra;
  • si esprimeva sulla chiamata di tutti i cittadini alle armi;
  • decideva su feste e sacrifici;
  • riceveva ufficialmente i rappresentanti degli Stati esteri;
  • conduceva trattative diplomatiche;
  • nominava i governatori delle province;
  • giudicava l'operato dei magistrati allo scadere della loro carica e prendeva provvedimenti nei loro confronti, nel caso in cui li riteneva colpevoli di cattiva amministrazione;
  • nominava un dittatore in situazioni di pericolo.

 

Quale fu l'effettivo potere del Senato? Col tempo il potere effettivo del Senato aumentò.

Il Senato divenne, di fatto, il capo effettivo della Repubblica.

Gli ex-magistrati, che avevano maturato un'esperienza politica e militare, diventando senatori a vita, fecero del Senato l'organo più competente dello Stato e i suoi pareri, pur non essendo giuridicamente vincolanti, lo erano di fatto.

 

Quali altri elementi contribuirono alla crescita del potere del Senato? A contribuire alla crescita del potere del Senato vi fu anche l'annualità della carica dei magistrati. Essa, se da una parte, serviva a bilanciare i loro ampi poteri, dall'altra creava discontinuità nelle scelte politiche

Di conseguenza, durante tutta la Repubblica, fu il Senato a garantire continuità alla linea politica sia negli affari interni, che nella politica estera.

 

 

Indice argomenti sulla Repubblica romana

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

La crisi dell'impero romano

Le invasioni barbariche e il crollo dell'impero romano d'Occidente

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681