www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

La ceramica nel Neolitico

 La lavorazione della ceramica nel Neolitico

 

 
Come si ottiene la ceramica? La ceramica si ottiene dall'argilla, un tipo di terreno che impastato con l'acqua diventa morbido e può essere modellato.

Successivamente l'argilla viene cotta al forno in modo da asciugarsi ed indurire.

 

Quando l'uomo scoprì l'argilla? L'uomo scoprì l'argilla già nel Paleolitico. Tuttavia, in quell'epoca la usava solamente per rivestire muri e pavimenti.

 

Come fu scoperta la ceramica?

 

Probabilmente la ceramica è stata scoperta in maniera casuale. Ponendo qualche oggetto di argilla vicino al fuoco, gli uomini si accorsero che esso induriva e conservava la sua forma.
Perché fu importante  la ceramica nel Neolitico? Quando l'uomo era cacciatore non aveva bisogno di avere recipienti per conservare gli alimenti.

Nel Neolitico, con lo sviluppo dell'agricoltura per l'uomo nacque la necessità di conservare i cereali e gli altri alimenti e di trasportarli da un luogo all'altro. Inoltre egli aveva bisogno di recipienti robusti per cuocere questi cibi sul fuoco. Ed infine, era necessario che tali contenitori fossero anche impermeabili, per poter preparare minestre e zuppe.

La ceramica era perfettamente adatta per queste esigenze.

Per questa ragione nacque una vera e propria industria della ceramica, cioè un'attività diretta alla produzione di vasellame di argilla: vasi, anfore, piatti, scodelle, ecc..

 

Quali invenzioni favorirono lo sviluppo della lavorazione della ceramica?

 

La lavorazione della ceramica si sviluppò maggiormente con l'invenzione:
  • della ruota da vasaio che permetteva di ottenere vasi di forma più regolare e di ottenerli molto più velocemente. Questa invenzione portò alle prime lavorazioni in serie;
  • del forno chiuso che consentiva una cottura più regolare dei manufatti e la rottura di un numero minore di vasi.

 

Come erano i primi vasi in ceramica? I primi vasi di ceramica erano sciatti e privi di decorazioni.

Le forme erano tondeggianti.

Probabilmente questi recipienti venivano cotti direttamente sul fuoco.

 

Come divennero in seguito gli oggetti di ceramica? Successivamente gli oggetti in ceramica divennero sempre più raffinati.

Iniziarono ad essere realizzati vasi di ogni forma: rotonda, allungata. Un particolare tipo di recipiente era costituito dalle giare che venivano usate per conservare il grano e l'olio. 

In seguito sui vasi comparvero le prime decorazioni che, col tempo, divennero sempre più elaborate e colorate.

 

La ceramica veniva usata solamente per realizzare vasi?

 

Nel Neolitico  la ceramica non fu usata solamente per realizzare vasi, ma anche per modellare statuette che rappresentavano divinità o animali.
 

Indice argomenti sulla preistoria

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681