www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       
 

La religione persiana

 Zarathustra e la religione dei Persiani

 

 
Quale fu la religione seguita dai Persiani? Inizialmente i Persiani furono politeisti, come la gran parte delle popolazioni dell'epoca.

Essi adoravano le forze della natura: il cielo, il sole, la tempesta.

 

Come cambiò la religione persiana col tempo? Col tempo la religione persiana cambiò e divenne dualista perché fondata su due dèi:
  • il dio della luce, chiamato Ahura Mazda;
  • il dio delle tenebre, detto Ahriman.

 

 

Quando si ebbe questo cambiamento? Questo cambiamento si ebbe quando i Persiani cessarono di essere una popolazione nomade e iniziarono a coltivare la terra e darsi un'organizzazione politica.

 

Quali caratteristiche aveva la religione persiana? Il dio della luce era un dio buono. Unico creatore del cielo e della terra, egli era il dio del bene, della vita e della salute.

Il dio delle tenebre era un dio cattivo, apportatore del male e della morte, di menzogne e disgrazie. 

Tra le due divinità vi era una continua lotta che sarebbe cessata solamente con la fine del mondo quando ci sarebbe stata la vittoria del dio del bene. Tale lotta era la causa della presenza del bene e del male nel cuore di ogni uomo.

Il dio del bene aveva creato sei arcangeli immortali, che rappresentavano ciò che serve per la vita:

  • bestiame;
  • metalli;
  • terra;
  • fuoco;
  • acqua;
  • piante.

 

Il dio del male disponeva di una schiera di demoni che lo aiutavano nelle sue imprese disoneste.

I credenti dovevano collaborare con il dio della luce per sconfiggere il dio delle tenebre comportandosi onestamente, aiutando chi era nel bisogno, mettendo in pratica ciò che dicevano i magi, ovvero i sapienti che sapevano come vincere le trappole del dio delle tenebre ed erano anche indovini.

La religione dei Persiani non si fondava su culti esteriori, templi o immagini sacre. I sacrifici erano fatti dal singolo credente all'aperto e non in un luogo di culto. Inoltre non venivano fatti sacrifici di animali che erano considerati una forma di barbarie.

 

Chi fu il fondatore di tale religione? Il fondatore della religione persiana fu Zarathustra, chiamato anche Zoroastro.

Per questa ragione la religione dei Persiani è detta Zoroastrismo.

Zarathustra parlava a nome di Dio.

 

Come si chiamava il libro sacro scritto dai seguaci di Zarathustra?

 

Il libro sacro scritto dai seguaci di Zarathustra si chiamava Avesta, che vuol dire "La buona legge". 

Tale libro fu, inizialmente, tramandato in forma orale.

Perché possiamo dire che la religione persiana fu particolarmente originale?

 

Possiamo affermare che la religione persiana fu particolarmente originale proprio perché non fu né politeista, come quella della maggior parte delle popolazioni dell'epoca, né monoteista, come quella della popolazione ebrea.
Quali furono gli effetti di tale religione? Una simile religione rese i Persiani un popolo che attribuiva importanza all'onestà, alla lealtà e alla moralità.

 

 

Indice argomenti sui Medi e i Persiani

 
 
 
 

 

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681