NAVI E STRUMENTI PER LA NAVIGAZIONE

I PROGRESSI NELLE TECNICHE DI NAVIGAZIONE CHE FAVORIRONO I COMMERCI SU LUNGA DISTANZA

Quali progressi nelle tecniche di navigazione favorirono i commerci su lunga distanza?

I commerci su lunga distanza furono resi possibili anche grazie ad una serie di progressi nelle tecniche di navigazione come:

  • l'uso della bussola;
  • l'impiego del timone centrale di poppa;
  • la diffusione di carte nautiche sempre più affidabili;
  • le nuove tecniche di costruzione delle navi da trasporto.

Quando la bussola iniziò ad essere utilizzata in Europa?

La bussola iniziò ad essere utilizzata in Europa intorno al 1150 probabilmente portata dalla Cina.

Perché la bussola ebbe un ruolo molto importante nella navigazione?

La bussola ebbe un ruolo importante nella navigazione perché divenne un utilissimo strumento per orientarsi.

Quali credenze si diffusero intorno alla bussola?

Intorno alla bussola si diffusero molte credenze. Si affermava che le navi con a bordo una bussola si sarebbero andate a scontrare contro una montagna magnetica.

Ovviamente ciò non avvenne e l'uso della bussola, poco a poco, divenne diffusissimo.

Quando e dove si inziò ad utilizzare il timone centrale di poppa?

Il timone centrale di poppa si iniziò ad utilizzare nell'Europa settentrionale all'inizio del 1200.

Quando iniziarono ad essere utilizzate carte nautiche più affidabili?

Tra il 1200 e il 1300 iniziarono ad essere utilizzate carte nautiche sempre più affidabili.

Come erano chiamate queste carte?

Queste carte erano chiamate portolani.

In che modo le nuove tecniche di costruzione delle navi, ebbe riflessi positivi sui commerci?

Le nuove tecniche di costruzione delle navi permisero di varare i vascelli capaci di trasportare quantitativi di merci molto superiori rispetto al passato.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter