I NORMANNI

I NORMANNI DETTI ANCHE VICHINGHI O VAREGHI

Dove erano stanziati, in origine, i Normanni?

In origine i Normanni erano stanziati nella penisola scandinava.

A quale stirpe appartenevano i Normanni?

I Normanni erano una popolazione di stirpe germanica, formata da diversi gruppi etnici:

  • i Danesi;
  • i Norvegesi;
  • gli Scandinavi.

Da chi queste popolazioni furono chiamati "Normanni" e perché?

Queste popolazioni furono chiamate Normanni dagli abitanti dell'Europa continentale proprio perché questo termine significa uomini del nord.

Con quali altri nomi furono chiamati i Normanni?

I Normanni furono chiamati anche:

  • Vichinghi, termine che:
    • secondo taluni potrebbe derivare da vik, ovvero baia;
    • mentre secondo altri deriverebbe da wiking, il cui significato potrebbe essere quello di guerriero;
  • o Vareghi. Quest'ultimo nome fu attribuito in modo particolare alle popolazioni che, dalla penisola scandinava, si spinsero verso il sud-est dell'Europa.

Qual era l'organizzazione sociale dei Normanni?

I Normanni erano organizzati in clan.

Qual era l'organizzazione religiosa del popolo normanno?

I Normanni non avevano un'organizzazione religiosa, né dei veri e propri sacerdoti.

Le pratiche religiose era affidate in modo particolare alle donne.

La principale divinità del popolo normanno era Odino, re degli dei dell'Olimpo. Egli era un abile cacciatore, dotato di una lancia che, una volta colpita la preda, tornava indietro in modo da poter essere nuovamente lanciata.

Un'altra divinità molto importante per i Normanni era Thor, il dio della forza.

Oltre a questi dèi vi erano una serie di divinità minori che popolavano le montagne, le foreste, l'acqua e il sottosuolo.

Quali attività erano praticate dai Normanni?

I Normanni praticavano l'agricoltura e la patorizia, ma erano soprattutto degli abili cacciatori, dei forti e coraggiosi guerrieri e degli eccellenti marinai capaci di costruire agili imbarcazioni.

Quali caratteristiche avevano le navi dei Normanni?

Le navi dei Normanni erano chiamate drakkar, per l'abitudine di ornare la prora con una figura che rappresentava una testa di drago.

Queste erano navi molto agili e leggere capaci di risalire i fiumi e di raggiungere zone situate anche molto lontane dalla costa.

La nave poteva trasportare da 40 a 100 persone.

Era dotata di un solo albero sul quale veniva issata una vela rettangolare. Nel caso in cui non ci fosse vento, l'albero veniva smontato e, per muoversi, si usavano i remi.

Quando non era possibile proseguire la navigazione a causa di qualche ostacolo, l'imbarcazione priva dell'albero, veniva portata a braccia.

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

DirittoEconomia.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter