www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

Il commercio nell'impero romano 

 Il ruolo del commercio nell'economia romana

 

 
Quale fu il ruolo del commercio nell'economia romana?

 

Il commercio aveva un ruolo importantissimo nell'economia romana.

All'interno dell'impero le merci circolavano liberamente.

Quali erano le merci che formavano oggetto di tali scambi? Le merci che formavano oggetto di tali scambi erano:
  • oggetti di ferro, di bronzo, d'argento e d'oro;
  • prodotti agricoli come vino, olio e grano;
  • mobili in legno pregiato, spesso guarniti di avorio;
  • tessuti;
  • vetri;
  • pelli;
  • cuoio;
  • ambra;
  • pietre preziose.

 

I commerci si svolgevano solamente nei confini dell'impero? I commerci non si svolgevano solamente nei confini dell'impero.

Alcune monete romane ritrovate in India, in  Cina e anche nell'Africa centrale fanno supporre che i mercanti romani abbiano raggiunto anche queste terre pur di acquistare le merci richieste a Roma.

 

Quali erano le vie di comunicazione preferite per i traffici commerciali?

 

I traffici commerciali si svolgevano:
  • ma soprattutto via mare, cosa che consentiva un trasporto più rapido.

 

Per favorire i commerci l'imperatore Traiano fece costruire, nella zona di Fiumicino, il porto che prese il suo nome ed il porto di Civitavecchia, inoltre fece ampliare il porto di Ancona e quello di Terracina.

Grandi magazzini si trovavano nei porti di Ostia e Pozzuoli e anche a Roma: essi servivano per depositare le merci che giungevano da ogni parte del mondo.

 

Come erano organizzati i commerci? Una volta che le merci erano arrivate a Roma venivano:
  • consegnate al destinatario; 
  • oppure portate nelle nundinae, ovvero dei mercati che si tenevano generalmente ogni 8 giorni.

 

Che funzioni svolgevano i mercato? I mercati avevano tre funzioni diverse:
  • erano un luogo di incontro e di scambio dove i contadini delle zone circostanti vendevano i loro prodotti;
  • erano un luogo dove i grandi proprietari fondiari si incontravano per trattare affari quali la compravendita dei terreni e delle case e quella degli schiavi;
  • erano un luogo dove venivano distribuite le merci giunte fin lì.

 

 

In cosa consisteva il ruolo del banchiere? I banchieri romani:
  • erano dei cambiavalute;
  • prestavano denaro, a coloro che volevano acquistare le merci ma non disponevano delle somme necessarie, percependo un interesse;
  • effettuavano le vendite all'asta.

 

I banchieri erano i soli a prestare denaro?

 

I banchieri non erano i soli a prestare denaro: anche gli aristocratici lo facevano.
Le merci affluivano tutte a Roma? Tantissime merci affluivano a Roma, ma la città non era la sola ad essere interessata dagli scambi commerciali.

Molte merci erano destinate ad altre grandi città dell'impero, in Britannia, in Spagna, nella Penisola balcanica, in Oriente, dove vi erano traffici altrettanto fiorenti.

 

L'intensificarsi dei traffici quale conseguenza ebbe? L'intensificarsi dei traffici portò Roma a dipendere dai prodotti provenienti dalle province, in modo particolare per i prodotti alimentari, dato il sempre minor peso che l'agricoltura aveva nell'economia della capitale.

Roma consumava tantissimi prodotti, ma ne produceva sempre meno. 

Tra la fine del I secolo d.C. e il II secolo d.C. Roma iniziò a sentire molto forte la concorrenza delle province sia in campo agricolo che industriale:

  • in Gallia si producevano ceramiche, vetro, tessuti;
  • la Spagna e la Grecia si specializzarono nella produzione del vino;
  • l'olio prodotto in Spagna e in Grecia iniziò a diffondersi a discapito di quello italico;
  • dalle regioni del nord venivano importate pellicce e ambra;
  • dall'Oriente ci si riforniva di oggetti preziosi, spezie, profumi, legno, pergamene;
  • il grano veniva importato dall'Egitto;
  • in Africa ci si riforniva di oro, avorio, vetro, animali da circo

 

 

I commerci nell'impero romano

 

 

Indice argomenti sulla vita dei Romani

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681