www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

La prima persecuzione dei cristiani

 L'incendio di Roma del 64 d.C.

 

 
Quando si ebbe la prima persecuzione dei cristiani?

 

La prima persecuzione dei cristiani si ebbe nel 64 d.C. ad opera di Nerone.

Quale fu l'episodio che fece scatenare le  persecuzione dei cristiani?

 

L'episodio che fece scatenare le persecuzioni cristiane fu un grave incendio, avvenuto durante l'impero di Nerone, che colpì Roma distruggendo centinaia e centinaia di case.

 

Quale fu la causa di questo incendio? Molto probabilmente l'incendio fu accidentale anche perché, all'epoca, molte case erano costruite in legno e si usavano le lampade ad olio per illuminare e i bracieri per riscaldare le abitazioni: quindi era molto facile la propagazione di un incendio.

 

Secondo il popolo chi aveva causato questo incendio? Nel popolo si diffuse la convinzione che a far appiccare l'incendio fosse stato Nerone

Egli infatti aveva dei progetti grandiosi sulla città di Roma e voleva ricostruirla secondo i suoi gusti più bella e fastosa di prima. 

Non a caso fece costruire un'immensa residenza imperiale nella città. A tale residenza venne dato il nome di domus aurea, ovvero casa d'oro.

 

Come reagì Nerone di fronte al diffondersi di questa voce?

 

Di fronte al diffondersi di questa voce Nerone reagì accusando i seguaci della religione cristiana che iniziava a diffondersi a Roma.
Perché fu facile per Nerone scaricare la responsabilità sui cristiani? I cristiani avevano l'abitudine di celebrare i propri riti in segreto

Per questa ragione essi erano guardati con sospetto: si diceva che praticassero la magia e, addirittura, che durante i loro riti sacrificassero i neonati.

Fu questo il motivo per cui a Nerone risultò facile scaricare la colpa su di essi data l'ostilità che c'era nei loro confronti.

 

Cosa accadde, di conseguenza, ai cristiani? Di conseguenza, i cristiani iniziarono ad essere perseguitati.

Centinaia di loro furono portati davanti ai giudici. Essi si dichiaravano innocenti, rispettosi delle leggi dello Stato, ma non erano disposti ad adorare l'imperatore perché ritenevano di dover adorare solamente il loro Dio. Per questo motivo venivano condannati a morte.

Morirono cristiani di ogni ceto sociale, di ogni età, uomini e donne. Venivano sottoposti ad atroci supplizi e Nerone offriva questo spettacolo alla folla. Ma meravigliava il fatto che costoro preferivano la morte all'adorare l'imperatore e affrontavano, le torture alle quali erano sottoposti e la morte, con serenità.

Fu questa la prima persecuzione dei cristiani, alla quale ne seguirono delle altre.

 

Chi morì, tra gli altri, durante la prima persecuzione dei cristiani?

 

Durante la prima persecuzione dei cristiani morirono anche Pietro e Paolo
 

Indice argomenti sui successori di Augusto

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681