www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       
 

Le fonti scritte

 Le fonti storiche scritte

 

 
Cosa sono le fonti storiche?

 

Le fonti storiche sono costituite da tutto ciò che permette allo storico di conoscere il passato.
Cosa sono le fonti scritte? Le fonti scritte sono rappresentate da tutto ciò che in qualche modo è collegato con la scrittura.

Sono, ad esempio, fonti scritte le pietre con sopra delle scritte o le tavole di argilla, le lapidi, i libri, i giornali, i romanzi, i registri parrocchiali, i documenti notarili e così via.

 

Qual è l'importanza delle fonti scritte?

Tra tutte le fonti storiche, quelle scritte, sono considerate le più importanti. Soprattutto nel passato si è a volte dato importanza quasi esclusivamente ad esse ritenendo meno attendibili le fonti orali perché legate alla memoria e quindi, più facilmente soggette a modificazioni nel tempo.

 

Come si possono distinguere le fonti scritte? Le fonti scritte possono essere distinte in due grandi categorie:
  • fonti documentarie;

e

  • fonti narrative.

 

Cosa sono le fonti documentarie? Le fonti scritte documentarie sono rappresentate da tutti gli atti pubblici e privati.

Sono atti pubblici:

  • gli atti emanati dalle pubbliche autorità come i re, i dittatori, il parlamento, il governo, gli ambasciatori, il papa. Rientrano in questa categoria le bolle papali, i carteggi degli ambasciatori, le leggi emanate dai sovrani o dal parlamento, gli editti;
  • gli atti di tipo amministrativo come le ordinanze, gli atti catastali, gli atti anagrafici.

 

Sono atti privati ogni atto di tipo privato che necessita della forma scritta come atti notarili, contratti, testamenti, ecc..

La differenza tra atto pubblico e privato non è data dal soggetto che emana l'atto, bensì dalla sua natura.

Ad esempio se il presidente della repubblica firma un decreto emana un atto pubblico, mentre se firma un contratto per l'acquisto di un terreno compie un atto privato.

Sono fonti documentarie anche altri documenti di carattere ufficiale come i bilanci delle aziende, i listini dei cambi, i registri contabili delle imprese e dello Stato.

 

Cosa sono le fonti narrative? Le fonti narrative sono dei racconti costituiti da diari, annali, cronache, biografie, ecc..

 

Quali sono i materiali sui quali troviamo le fonti scritte? Le fonti scritte sono costituite soprattutto da documenti cartacei che possono essere libri, diari, manoscritti, tabelle, ecc..

Pertanto il materiale usato prevalentemente come supporto delle fonti scritte è la carta. Ma esso non è l'unico: ad esempio i graffiti sulle pietre, le incisioni sui pezzi di legno, le iscrizioni sulle stele sono altri esempi di materiali sui quali troviamo delle fonti scritte.

 

 

Indice argomenti su cos'è la storia e cosa studia

 
 
 
 

 

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681