www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

La religione nella Roma antica

 Le divinitÓ nella Roma monarchica

 

 
Quali erano le caratteristiche della religione della Roma antica? La religione nella Roma antica era di tipo politeista.

Le divinitÓ adorate erano protettrici dei raccolti e del bestiame

Si cercava di ottenere il favore degli dŔi mediante sacrifici di animali ed offerte di prodotti della terra.

 

Quali erano gli dŔi pi¨ importanti adorati dai Romani? In un primo momento gli dŔi pi¨ importanti adorati dai Romani furono Giove, Marte e Quirino. Quest'ultimo, secondo la tradizione, non era altri che Romolo salito al cielo dopo la morte.

Accanto ad essi vi erano altre divinitÓ quali i Lari e i Penati.

Successivamente, quando i Romani entrarono in contatto con gli Etruschi prima, e i Greci poi, gli dŔi principali furono Giove, Giunone e Minerva

Le divinitÓ agricolo-pastorali persero importanza e divennero delle divinitÓ minori.

 

Chi erano i Lari?

I Lari erano divinitÓ legate alla vita della famiglia. Essi proteggevano il focolare domestico.

 

Chi erano i Penati? I Penati erano gli spiriti degli antenati. Ad essi era dedicato un altare domestico sul quale, ogni giorno, il pater familias faceva delle offerte.

 

A chi spettavano le funzioni religiose nella Roma antica? Nella Roma antica le funzioni religiose spettavano:
  • al re, che era la massima autoritÓ in questo campo;
  • al collegio dei sacerdoti il cui capo era il Pontefice massimo che si occupava anche della nomina dei sacerdoti.

 

Qual era il compito del collegio degli auguri? Il collegio degli auguri aveva il compito di interpretare la volontÓ degli dŔi circa la possibilitÓ di tenere o meno dei comizi e di intraprendere o meno delle guerre.

La volontÓ degli dŔi veniva interpretata osservando il volo degli uccelli o i fenomeni atmosferici.

 

Qual era il compito degli aruspici? Gli aruspici interpretavano il futuro attraverso l'esame del fegato degli animali.

Essi esercitavano il loro potere in modo individuale e non facevano parte di nessun collegio.

Molto probabilmente anche questa figura, come quella degli auguri, fu introdotto in seguito al contatto dei Romani con gli Etruschi.

 

Qual era il compito degli arvali? Compito degli arvali era quello di occuparsi della purificazione dei campi.

Durante tale cerimonia veniva cantato il Carmen arvale: questo Ŕ uno dei testi latini pi¨ antichi che Ŕ giunto fino a noi.

 

Qual era il compito dei feziali?

 

I feziali erano sacerdoti il cui compito era quello di eseguire riti legati alla stipula di alleanze con altri popoli, di trattati di pace, o alla dichiarazione di guerre.
Chi erano le vestali?

 

Le vestali era delle sacerdotesse il cui compito era quello di tenere sempre acceso il fuoco nel tempio della dea Vestea.

Esse dovevano conservarsi caste e, in caso contrario, erano soggette a delle dure punizioni.

 

 

Indice argomenti sulle origini di Roma e l'etÓ monarchica

 
 
 
 

Cos'Ŕ la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltÓ dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltÓ greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'etÓ classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltÓ

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'etÓ monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicitÓ. Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non pu˛ essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681