www.StoriaFacile.net
   
 
   

Home

Newsletter

Contatti

 
       

 

 

La storia della civiltà cretese

 Le origini e lo sviluppo della civiltà minoica

 

 
Quando iniziarono i primi insediamenti nell'isola di Creta?

 

I primi insediamenti nell'isola di Creta iniziarono già verso il 2800 a.C.
Quali erano le origini dei Cretesi?

 

Non sappiamo esattamente l'origine dei Cretesi: si potrebbe trattare di gente proveniente dalle coste dell'Africa.
Come si sviluppò la civiltà cretese? In pochi secoli la civiltà cretese si sviluppò fino a dominare una vasta area e a stabilire contatti commerciali con l'Egitto, le coste della Grecia, la Turchia, Israele, il Libano e la Siria.

La sua posizione, al centro tra la Sicilia, l'Africa e l'Asia minore permise all'isola di avere, per circa un millennio, il dominio del commercio marittimo. Si parla a tale proposito di talassocrazia.  

 

Da dovere deriva il termine talassocrazia? Il termine talassocrazia deriva da due termini greci:
  • thàlassa che significa mare;

e

  • kratèo che significa comando.

 

 

Il popolo di Creta fu un popolo di guerrieri? Il popolo di Creta non fu un popolo di guerrieri, ma di uomini pacifici. Infatti, nei resti archeologici non sono state ritrovate armi.

La forza dei Cretesi fu tutta nella flotta potente di cui essi disponevano.

 

In quanti periodi si può dividere la storia di Creta? La storia di Creta può essere divisa in tre periodi:
  • il periodo minoico antico che va all'incirca dal 3000 al 2000 a.C;
  • il periodo minoico medio che va dal 2000 al 1700 a.C.;
  • il periodo minoico recente che va dal 1700 al 1400 a.C.

 

 

Cosa caratterizzò il periodo minoico antico? Il periodo minoico antico fu contraddistinto dalla leggenda del Minotauro e dal mito di Minosse.

In questa fase si formarono i primi centri abitati soprattutto nelle vicinanze dei porti, dei depositi di argilla e delle miniere di rame. Le città erano prive di fortificazioni. Gli edifici venivano costruiti con mattoni crudi.

Le manifestazioni artistiche erano ancora vaghe e poche determinate. 

 

Cosa caratterizzò il periodo minoico medio? Il periodo minoico medio fu caratterizzato da un veloce sviluppo delle arti e soprattutto dalla costruzione di imponenti palazzi come quelli di Cnosso e di Festo.

Tipica di questo periodo è la produzione di ceramiche in uno stile particolare detto stile Kamares dal nome della grotta dove sono stati ritrovati molti reperti. Queste ceramiche, lavorate al tornio, si distinguono per l'uso di colori vivaci su fondo nero, di disegni geometrici e figure stilizzate.

In questo periodo si rafforza il potere dei re di Cnosso su tutta l'isola.

 

Cosa caratterizzò il periodo minoico recente? Intorno al 1700 vi fu una grave catastrofe naturale, probabilmente un terremoto, che portò alla distruzione dei palazzi e alla loro successiva ricostruzione.

Iniziò così il periodo minoico recente che fu contraddistinto dalla produzione artistica più importante. A questo periodo appartengono le statue in ceramica smaltata e i vasi nello stile di Gurnià. Questi ultimi prendono il nome dalla località dove sono stati effettuati alcuni ritrovamenti e sono caratterizzati da motivi più realistici, soprattutto naturalistici.

 

Quando iniziò la decadenza della civiltà cretese?

 

La decadenza della civiltà cretese iniziò intorno al 1400. In questa fase la produzione artistica divenne sempre meno creativa.
Perché scomparve la civiltà cretese? La scomparsa della civiltà cretese avvenne improvvisamente e non si conosce, con esattezza, quali ne furono le cause.

Forse vi fu una nuova calamità naturale, un terremoto o un maremoto o un'eruzione vulcanica. Ma è probabile, anche, che la fine di questa civiltà fu causata da un attacco degli Achei che saccheggiarono e incendiarono l'isola per eliminare la presenza dei Cretesi che erano dei temibili rivali. In effetti sull'isola sono state ritrovate sia tracce di un'eruzione vulcanica che tracce di incendi e stragi.

 

Quella che abbiamo appena visto è l'unica possibile divisione della storia di Creta in vari periodi? La divisione della storia di Creta in periodo minotico antico, medio e recente, non è l'unica possibile.

Un'altra divisione della storia dell'isola, molto diffusa, si fonda sulla presenza dei famosi palazzi cretesi. In questo caso si è soliti dividere la storia di Creta in quattro periodi:

  • il periodo Prepalaziale, che va dal 2500 al 2000 a.C., che è precedente alla costruzione dei palazzi;
  • il periodo Protopalaziale, che va dal 2000 al 1700 a.C. e che coincide con la costruzione dei primi palazzi;
  • il periodo Neopalaziale, che va dal 1700 al 1400 a.C. caratterizzato dalla costruzione dei nuovi palazzi dopo la distruzione dei precedenti;
  • il periodo Postpalaziale, che va dal 1400 al 1100 a.C., successivo alla costruzione dei palazzi durante il quale si assiste alla decadenza del popolo di Creta.

 

 

La linea del tempo La linea del tempo dei Cretesi
 

Indice argomenti Cretesi

 
 
 
 

Cos'è la storia e cosa studia

Preistoria

Sumeri - Assiri - Babilonesi

Gli Egizi

Le civiltà dell'antico oriente

Gli Ittiti

Gli Ebrei

I Fenici

I Cretesi

I Micenei

Il Medioevo ellenico

La civiltà greca

Sparta e Atene

Medi e Persiani

Atene nell'età classica

Guerra del Peloponneso

Le egemonie di Sparta e Tebe

L'egemonia macedone e l'ellenismo

Riepilogo sulle antiche civiltà

L'Italia antica e gli Etruschi

Le origini di Roma e l'età monarchica

La Repubblica romana

L'espansione di Roma in Italia

Cartagine e le guerre puniche

La crisi della repubblica romana

Da Pompeo a Giulio Cesare

La fine della Repubblica romana

Ottaviano Augusto

I successori di Augusto

La vita dei Romani

Il cristianesimo

La crisi dell'impero romano

Le invasioni barbariche e il crollo dell'impero romano d'Occidente

 

 
 

SchedeDiGeografia.net

 

LezioniDiMatematica.net

 

www.EconomiAziendale.net

 

DirittoEconomia.net

 

www.LeMieScienze.net

 

MarchegianiOnLine.net

 

 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681